Home Musica Fabrizio de André, il mito continua a 18 anni dalla sua scomparsa

Fabrizio de André, il mito continua a 18 anni dalla sua scomparsa

121
CONDIVIDI
fabrizio de andré

11 gennaio 1999, due del mattino: quello il momento in cui il cuore di Fabrizio de André si è fermato definitivamente, ha smesso di battere e combattere. Il luogo era l’Istituto Tumori di Milano, il motivo un tumore ai polmoni, che stroncò il cantante a soli 59 anni dopo una lunga malattia. La commozione dell’Italia intera e di Genova dopo quel giorno du encomiabile, a partire dalle diecimila persone che affollarono la piazza il giorno del suo funerale, mala cosa più sorprendente è il modo in cui quell’affetto continua a vivere ancora oggi, dopo diciotto anni dalla sua scomparsa.

Fabrizio de André, cantore eterno

Il suo cuore si è fermato ma la sua musica ha continuato a vivere: ecco perché lo celebriamo ancora oggi, a diciotto anni dalla sua scomparsa, con lo stesso affetto di sempre e conoscendo ancora a memoria le sue canzoni, poesie che non hanno mai smesso di essere attuali ed emozionanti ma al contrario hanno concesso a Fabrizio de André di scavalcare il tempo, arrivare ad una generazione che non lo ha conosciuto se non attraverso i suoi testi. Già, perché quelle canzoni si sussurrano ancora oggi tra i banchi di scuola, sulle labbra di chi è nato dopo quell’undici gennaio del 1999 eppure ne conosce a memoria parole, sensazioni e accordi. De André è infilato nel tessuto sociale dell’Italia più bella, ed è destinato a rimanerci, in punta di piedi ma sempre presente.

L’esempio più lampante? Oggi #Faber è trend topic su twitter. Una piattaforma talmente giovane che non dovrebbe nemmeno contemplare la sua esistenza oggi è riempita dei versi delle sue canzoni, e non c’è modo più chiaro per evidenziare la bellezza di un tipo di musica che fortunatamente non morirà mai. Fabrizio de André è eterno e questi dettagli lo dimostrano: la speranza è che nemmeno le generazioni successive si dimentichino di lui, ma che continuino a conoscerlo sempre e comunque, e a farsi accompagnare dai suoi indimenticabili versi.