Home People Meryl Streep contro Donald Trump nel suo discorso ai Golden Globes

Meryl Streep contro Donald Trump nel suo discorso ai Golden Globes

CONDIVIDI
Meryl Streep

Questa presidenza non inizia nel migliore dei modi per Donald Trump: dopo il rifiuto di vari cantanti (compresi i nostri Andrea Bocelli Il Volo) di andare a cantare nella sua cerimonia di insediamento, ieri sera durante la cerimonia dei Golden Globes il futuro Presidente degli Stati Uniti ha preso un’altra stoccata direttamente sul palco, e non certo da una personalità qualsiasi ma da una delle divinità di Hollywood, ovvero Meryl Streep.

L’attrice, che ha ricevuto proprio ieri sera il premio alla carriera ed è stata presentata da Viola Davis, ha deciso di affrontare un discorso politico nel suo tempo a disposizione e parlare di diversità di genere e di nascita dei suoi colleghi attori, facendo notare al pubblico come quella diversità arricchisca la loro comunità. “Hollywood è piena di outsider e stranieri, e se li cacciamo tutti non resterà altro da guardare che il football e le arti marziali miste, che non sono davvero arte“, ha dichiarato l’attrice, scatenando l’ilarità del pubblico prima di diventare molto più seria.

Il discorso di Meryl Streep ai Golden Globes

“Mi ha spezzato il cuore quando l’ho visto e non riesco a togliermelo dalla testa perché non era in un film, era la vita vera. E questo istinto di umiliare l’altro, quando è impersonato da qualcuno con una visibilità pubblica, qualcuno di potente, arriva nella vita di tutti quanti, perché autorizza altri a comportarsi nello stesso modo. La mancanza di rispetto causa altra mancanza di rispetto, la violenza incita altra violenza, e quando i potenti usano la loro posizione per maltrattare gli altri, perdiamo tutti quanti” ha poi concluso. non è mancato un attimo di commozione quando è stata nominata Carrie Fisher, in un elegantissimo ricordo affettuoso: “Come mi disse una volta la mia amica, la principessa Leia: Prendi il tuo cuore spezzato, fallo diventare arte“.