Home Tech Google licenzia l’ingegnere sessista, per lui offerta da Wikileaks

Google licenzia l’ingegnere sessista, per lui offerta da Wikileaks

CONDIVIDI
Google

Le ultime ore in Google non sono state delle più facili. È infatti trapelata sul web una pessima mail sessista scritta da un ingegnere di Big G, cosa che ha messo in imbarazzo gli alti vertici e la società tutta. Società famosa anzi proprio per la sua apertura mentale, per l’assenza di qualsiasi tipo di barriera culturale, di sesso e religione. Non sorprende infatti la decisione di licenziare l’ingegnere autore della mail, James Damore ha infatti confermato di essere stato scaricato dall’azienda per aver “portato avanti degli stereotipi di genere”.

Google licenzia l’ingegnere sessista

L’uomo aveva infatti affermato che le donne sarebbero biologicamente inferiori agli uomini in ambito tecnologico, un’affermazione ovviamente senza alcun fondamento reale, semplicemente sessista. Sundar Pichai, attuale CEO di Google, ha confermato che quella della mail è stata davvero un’uscita infelice, “offensiva e ingiusta”, che ha messo in secondo piano l’importanza della libertà di espressione da sempre difesa da Google. James Damore, che porterà Big G in tribunale per il licenziamento, potrebbe però aver trovato già un impiego: Julian Assange ha offerto un posto di lavoro in Wikileaks, scrivendo che “la censura è sempre per perdenti”. Chissà se l’ingegnere valuterà l’offerta.

Leggi anche: Google Pixel 2 in arrivo: Snapdragon 835 e singola fotocamera posteriore