Home Fashion Gucci abbandona le pellicce. Dal 2018 niente più animali veri nelle collezioni

Gucci abbandona le pellicce. Dal 2018 niente più animali veri nelle collezioni

CONDIVIDI
Gucci

La Maison Gucci ha dichiarato oggi la decisione di attuare una svolta storica all’insegna dell’ecologia e del cruelty free. Dal prossimo anno dalle sue collezioni saranno bandite le pellicce di veri animali. Tutti i capi saranno fur free.

Lo ha annunciato con una certa fierezza il presidente, Marco Bizzarri, durante un intervento al London College of Fashion. Bizzarri ha dichiarato: “Credete che usare le pellicce ancora sia moderno? Non lo è affatto e per questa ragione abbiamo deciso che non ne produrremo più”.

La svolta animalista di Gucci

Immediata la reazione della Lega Antivivisezione, che sul suo sito ha parlato di svolta epocale nel mondo della moda. La Maison Gucci, infatti, ispira anche moltissimi altri brand e le griffe minori la seguiranno a ruota.

“La decisione di Gucci cambierà radicalmente il futuro della moda. Il rispetto degli animali è sempre più radicato nei valori delle persone e i grandi nomi della moda stanno gradualmente attuando politiche di responsabilità sociale in questa direzione”, ha dichiarato Simone Pavesi, responsabile del settore “moda animal free”.

Marco Bizzarri ha proseguito spiegando che questa scelta “Rappresenta il nostro impegno assoluto a fare dello sviluppo sostenibile un elemento imprescindibile nella nostra attività”.

Gucci non produrrà più pellicce a partire dal 2018. Ma non finisce qui. I ricavati provenienti dai prodotti già realizzati andranno a due associazioni che difendono i diritti degli animali: si tratta, in particolare, dell’Humane Society International (Hsi) e della succitata Lega antivivisezione (Lav).

Leggi anche: Armani abolisce l’uso di pellicce animali nelle loro collezioni