Home Trend Paura del Revenge Porn? Facebook vuole le vostre foto preventivamente

Paura del Revenge Porn? Facebook vuole le vostre foto preventivamente

CONDIVIDI
Cyberbullismo Facebook

Appena ieri vi abbiamo raccontato di una storia proveniente da Modena, dove un gruppo di ragazzine era solito postare foto in abiti succinti o addirittura di mezzo nudo. Foto che, a causa di un traditore evidentemente all’interno del gruppo, sono diventate di pubblico dominio, una cosa gravissima e pericolosissima per le ragazze coinvolte. In questo caso è necessaria una denuncia dei genitori, vista l’età delle ragazze, per permettere alla Polizia Postale di intervenire e chiedere la rimozione delle foto. Un’operazione affatto semplice che Facebook vorrebbe rendere più veloce, immediata e sicura. La società ha già stretto accordi con il governo Australiano per rimuovere tempestivamente foto compromettenti solitamente legate al fenomeno del Revenge Porn, per farlo al meaglio però ha chiesto la collaborazione degli stessi utenti.

Facebook vuole aiutarvi contro il Revenge Porn

Ha chiesto infatti di ottenere in anticipo le foto a rischio, ovvero: abbiamo realizzato delle foto scabrose, che un giorno potrebbero essere usate contro di noi? Perfetto, possiamo sin da ora caricarle sui server di Facebook, così se un giorno quel materiale verrà pubblicato da qualcuno con secondi fini, per il social network ci vorrà un attimo per rimuovere tutto. Quanti utenti vorranno davvero collaborare preventivamente?

Leggi anche: Il celebre bacio di Rodin considerato esplicito e rimosso da Facebook
Leggi anche: Scandalo a Modena: pubblicate foto hot di adolescenti su WhatsApp