Home Scienza Sigarette elettroniche: uno studio rassicura sulla pericolosità

Sigarette elettroniche: uno studio rassicura sulla pericolosità

spinello elettronico

Si fa un bel discutere sulle sigarette elettroniche. C’è infatti chi sostiene che non facciano male e chi, al contrario, replica che a lungo termine l’utilizzo di questi dispositivi, surrogati delle vere sigarette, possano recare danni al nostro organismo.

Le e-cig sono oggetto di molti studi specifici e, se da un lato è stato dimostrato che è meglio non far uso nemmeno della sigaretta elettronica in gravidanza, in condizioni più “normali” sembra che in effetti non facciano male.

Lo studio sulle sigarette elettroniche e i possibili danni

Uno studio scientifico è stato presentato alla Royal society di Londra dopo essere stato pubblicato sulla rivista Scientific Report del gruppo Nature. Si intitola “zero rischi”, proprio a voler provare che la pericolosità delle e-cig è un falso mito.

La ricerca è tutta italiana: è stata portata avanti da un pool capitanato dal professor Riccardo Polosa, docente di medicina interna dell’Università degli studi di Catania. I dati sono stati raccolti utilizzando diversi metodi scientifici: spirometria, test dell’ossido nitrico esalato, Tac del torace.

Ne è risultato che i danni dagli aerosol contenuti nelle sigarette elettroniche non sussistono nel nostro organismo. Lo studio è stato condotto su soggetti non fumatori che però, allo scopo, hanno fatto un uso prolungato di sigarette elettroniche.

“Studiare i cambiamenti nella salute degli svapatori che non hanno mai fumato nella loro vita è chiaramente il maggior punto di forza del nostro studio”, ha spiegato il professor Polosa. “E’ rassicurante sapere che l’uso a lungo termine dell’e-cig in questi soggetti non ha causato alcuna significativa preoccupazione”.

Il professore non esclude i danni a lungo termine: per quelli c’è bisogno di più tempo per avere i risultati. Tuttavia ciò che si è attualmente riscontrato sembra essere rassicurante: “Sebbene non si possa escludere che alcuni danni possano verificarsi negli stadi successivi o in individui con alti valori di consumo di e-liquid, i nostri risultati sono rassicuranti in quanto non sono stati associati problemi di salute con l’uso a lungo termine di e-cig in utenti relativamente giovani che non avevano mai fumato tabacco”.

Leggi anche: Fumo in gravidanza: anche le sigarette elettroniche fanno male al bambino