Home Trend Salma Hayek contro la Mattel e la Barbie di Frida Kahlo

Salma Hayek contro la Mattel e la Barbie di Frida Kahlo

Salma Hayek

L’iniziativa della Mattel di festeggiare l’8 marzo con una serie di nuove Barbie dedicate a personaggi femminili famosi, non sembra essere andata a genio proprio a tutti. A quasi una settimana dall’annuncio, l’attrice Salma Hayek ha infatti espresso il suo disappunto verso una Barbie specifica.

Salma Hayek critica le Barbie femministe della Mattel

La bellissima attrice messicana sembra essere tra le poche a non aver gradito l’exploit femminista della Mattel. L’azienda, infatti, in occasione della festa delle donne, ha rilasciato una serie di nuovo Barbie dedicate ad alcune delle donne più influenti della storia moderna e contemporanea. 

Tra i 17 nuovi modelli di Barbie troviamo Amelia Earhart, la prima donna aviatore ad attraversare l’Oceano Atlantico, Patty Jenkins, regista del chiacchieratissimo film Wonder Woman, Katherine Johnson, brillante matematica protagonista del film Il Diritto di Contare e la famosa artista e attivista Frida Kahlo. Sembra essere stata proprio quest’ultima ad urtare la sensibilità di Salma Hayek.

L’attrice ha espresso tutto il suo disappunto pubblicando un post davvero pungente su Instagram:

Salma Hayek Instagram

“Frida Kahlo non ha mai cercato di essere o somigliare a qualcun altro. Ha celebrato la sua unicità. Come hanno potuto trasformarla in una Barbie?!”

Parole forti quelle di Salma Hayek non completamente condivise dai suoi fan. L’obiettivo della Mattel era infatti quello di celebrare le donne e la diversità femminile, rendendo un prodotto così commerciale come la Barbie,  più ‘inclusivo’. Ma Salma non ci sta. Del resto l’attrice ha un rapporto speciale con Frida Kahlo. Nel 2002 infatti la bella Salma ha diretto e interpretato un biopic movie dedicato proprio alla famosa pittrice messicana. 

Dopo le polemiche sollevate da Salma Hayek, il popolo del web a riguardo si è schierato e diviso. Per alcuni infatti quella della Mattel è stata semplicemente una mossa strategica di marketing mentre per altri un passo nella giusta direzione. Per decenni le donne si sono battute affinché la Mattel fornisse modelli femminili più veritieri alle ragazzine. Dopo la Barbie di afro, latina, cinese, curvy e addirittura col velo islamico, per quale motivo quella dedicata ad una donna eccezionale come Frida Kahlo dovrebbe far storcere il naso? 

 

Fonte: Il Fatto Quotidiano