Home Cinema Steven Spielberg: il regista riceverà il David di Donatello alla carriera

Steven Spielberg: il regista riceverà il David di Donatello alla carriera

35
Steven Spielberg

I David di Donatello di quest’anno potranno godere di un protagonista d’eccellenza. Il celebre regista Steven Spielberg riceverà infatti durante la premiazione il premio alla carriera.

Steven Spielberg alla conquista del David di Donatello.

A sorpresa, la 62esima edizione dei David di Donatello ospiterà uno dei registi più famosi ed amati del mondo. Tra qualche settimana in sala con il suo ultimo film Ready Player One, Steven Spielberg sarà premiato alla cerimonia con il David alla carriera.

Ad annunciare l’evento eccezionale è il presidente e direttore artistico dell’Accademia del Cinema Italiano, la famosa Piera Detassis.

“Siamo profondamente emozionati e onorati di consegnare il David alla Carriera a Steven Spielberg, fra i pochi che hanno realmente segnato la storia del cinema, plasmandola e riscrivendola secondo nuovi canoni. Lo amiamo per quella sua straordinaria capacità, che lo rende unico, di miscelare le possibilità offerte dalla tecnologia con la suggestione della narrazione, elevati tassi di spettacolarità con situazioni dal forte impatto emotivo”.

Steven Spielberg è considerato da tutti come il regista più aperto al cambiamento. E’ uno dei pochi che, adattandosi ai tempi che cambiano e alle nuove tecnologie, continua a sfornare capolavori di genere. In occasione dei David di Donatello, Spielberg presenterà anche alcune scene di Ready Player One, che uscirà in sala in Italia il 28 marzo.

leggi anche: Whitney Houston: a luglio 2018 il primo documentario sulla sua vita

Per il pubblico, così come per gli ‘addetti ai lavori’, Spielberg rappresenta perfettamente il concetto di coraggio e sperimentazione. Sempre alla ricerca di nuove tecniche cinematografiche e nuove storie da raccontare, è uno dei pochi che riesce ancora a far sognare gli spettatori. E’ la stessa Piera Detassis a definire il regista un rivoluzionario del cinema d’intrattenimento.
 
“E’ una ricetta che, applicata a quasi tutta la sua opera ha prodotto un idioma rivoluzionario, divenuto immediatamente universale, in grado di innovare i generi tradizionali e demolire le frontiere, per arrivare a una platea di dimensioni mondiali. Le novità imposte dal cinema di Spielberg all’immaginario collettivo contemporaneo, sia come regista che come produttore, non si limitano a questo, coinvolgono anche l’aspetto industriale del cinema con la definizione del termine ‘blockbuster’, e quella fusione di generi e linguaggi che è alla base di tutta la produzione audiovisiva attuale”.
 
La cerimonia di premiazione dei 62esimi David di Donatello, si terrà il prossimo 21 marzo e sarà trasmessa in diretta su Rai 1.