Home People Madonna perde in tribunale: effetti personali e lettera di Tupac all’asta

Madonna perde in tribunale: effetti personali e lettera di Tupac all’asta

95
Madonna

Circa un anno fa, la cantante Madonna aveva fermato un’asta di alcuni dei suoi oggetti personali perché sottratti illegalmente. Oggi il giudice dà ragione alla sua ex collaboratrice Darlene Lutz che si prepara alla vendita.

Madonna perde la causa contro Darlene Lutz

A luglio dello scorso anno, Madonna era riuscita a bloccare un’asta non autorizzata di alcuni dei suoi oggetti personali. Tra questi c’erano una spazzola con alcuni dei suoi capelli impigliati, un paio di slip usati e una lettera privata scritta alla cantante da Tupac, suo ex amante, assassinato nel 1996.

Gli oggetti, acquisiti dalla società Gotta Have It! Collectibles, erano stati messi all’asta da Darlene Lutz, una ex collaboratrice di Madonna. La Lutz aveva sottratto il ‘malloppo’ senza autorizzazione e la popstar, all’epoca, fece di tutto per bloccare la vendita. 

Dopo una denuncia fatta dalla cantante a Darlene e alla società, oggi è stata emessa la sentenza. Il giudice ha annullato la causa perché era trascorso il limite massimo di tempo per Madonna di riprendere possesso dei suoi effetti personali. L’asta quindi si farà e i collezionisti sembrano tutti ansiosi di mettere le mani su di un lotto in particolare.

Gli oggetti in vendita sono ben 22 ma l’attenzione del pubblico sembra essere tutta per la lettera d’amore scritta da Tupac alla popstar nel 1995, anno prima della sua morte. Non è chiaro ancora quando si terrà l’asta ma per il momento, nonostante la sentenza del giudice di New York, Madonna non si arrende. 

 

Fonte: Rockol