Home Tech Facebook negli States vieta ai minori le ads su armi e accessori

Facebook negli States vieta ai minori le ads su armi e accessori

2
Facebook

La campagna contro le armi continua negli States e Facebook mette a punto una nuova misura di sicurezza. Presto ai minori saranno vietate e quindi oscurate le ads relative ad armi e accessori. 

Facebook contro le armi

Negli Stati Uniti episodi di violenza e sparatorie sono purtroppo all’ordine del giorno. Sempre più spessa sentiamo al telegiornale di ragazzini che, dopo aver acquistato un’arma, aprono il fuoco sulla folla, uccidendo compagni di classe e professori innocenti. 

Le recenti sparatorie di Santa Fe (Texas) e Parkland (Florida) hanno riaperto il dibattito sul controllo delle armi in America e sull’eventuale modifica di alcune leggi sulla vendita al dettaglio ai ragazzini. Con un controllo maggiore potrebbero essere evitate tante morti e oggi anche Facebook si unisce alla campagna di sensibilizzazione.

Essendo i ragazzi più giovani a subire gli effetti di pubblicità pro-armi fin troppo invasive, Facebook presto vieterà ai minori la visualizzazione di ads relative alla vendita di armi e accessori. In passato la piattaforma aveva già vietato alle compagnie la pubblicazione di ads per la vendita di armi ma non di accessori.

leggi anche: Facebook condivide dati con Samsung e Apple: l’accusa del New York Times

Tuttavia, a partire dal 21 giugno, anche le lobby delle armi dovranno rispettare il nuovo regolamento di Facebook che limita il loro bacino d’utenza. Le pubblicità dunque relative a prodotti connessi con armi da fuoco saranno visibili solo a persone a partire dai 18 anni d’età. 

Il cambiamento non potrà di certo impedire a soggetti disturbati di compiere atti insensati ma di certo limiterà l’accesso dei minori a contenuti potenzialmente pericolosi. 

 

Fonte: The Verge