Home Tech Facebook: intelligenza artificiale modifica le tue foto con gli occhi chiusi

Facebook: intelligenza artificiale modifica le tue foto con gli occhi chiusi

3
Facebook

Capita spesso, soprattutto nelle foto di gruppo, che qualcuno inavvertitamente venga con gli occhi chiusi. Ebbene, da oggi Facebook potrebbe risolvere il problema delle foto da scartare con l’intelligenza artificiale. Scopriamo come…

Facebook e l’intelligenza artificiale: basta foto da scartare

Sono stati pubblicati questa settimana alcuni documenti ufficiali che parlano di una nuova tecnologia, un’intelligenza artificiale utilizzata da Facebook e capace di modificare drasticamente le foto. Alcuni ingegneri al lavoro su questa nuova funzione, parlano di una ‘macchina’ capace di modificare le foto e soprattutto i volti delle persone con gli occhi chiusi.

In poche parole, in futuro, disponendo di questa tecnologia, potreste essere in grado di ‘photoshoppare’ degli occhi aperti sul viso di una persona con gli occhi chiusi. Ovviamente non stiamo parlando di un fotoritocco stile cartone animato ma di un ritocco credibile e professionale.

Questa tecnologia è ancora in fase di sperimentazione e non sappiamo se Facebook riuscirà in un prossimo futuro ad introdurre questa funzione nella sua app. Tuttavia è interessante pensare a questa funzione come ad una possibilità. Sarebbe bello, infatti, poter migliorare foto a cui sono legati momenti felici, eliminandone difetti evidenti.

leggi anche: Facebook negli States vieta ai minori le ads su armi e accessori

Il sistema funziona utilizzando un metodo di apprendimento automatico chiamato ‘generative adversarial network’ o GAN. Questa è una tecnica che si è dimostrata particolarmente abile nel generare immagini ed è già stata messa al lavoro per creare celebrità fittizie, cambiare le condizioni climatiche nei video e persino disegnare abiti. Tutto questo è applicabile anche al problema degli occhi chiusi.

Affinché il sistema possa modificare correttamente una foto, per prima cosa deve memorizzare come sono dal vivo gli occhi del soggetto in questione. Successivamente il software può elaborare un paio di occhi che siano della forma e del colore ideali per essere sostituiti alla foto. Ovviamente per adesso la tecnologia non è perfetta e trova in occhiali, frange o angolazioni strane, ancora degli ostacoli. 

 

Fonte: The Verge