25 aprile sotto la morsa del vortice Medusa, pioggia e neve in arrivo

Pubblicità
- pubblicità -

Il 25 aprile è sempre un giorno perfetto per affrontare gite fuori porta, pic-nic e scampagnate all’aria aperta, visto il tempo primaverile che solitamente avvolge l’Italia nel periodo. Nulla di tutto ciò accadrà però quest’anno, poiché tutte le agenzie meteo ci stanno mettendo in allarme. Non solo non avremo sole caldo e cielo limpido, gli esperti prevedono un ritorno lampo dell’inverno, con freddo in tutta Europa. Una beffa doppia, visto che il 25 aprile 2016 capitava di lunedì, dunque apriva possibilità a lunghi ponti vacanzieri. Resteremo invece tutti stretti nella morsa con il vortice MEDUSA, proveniente dal mare del Nord e pronto ad abbracciare il nostro Paese; con lui arriveranno temperature fredde subpolari, tipiche dell’inverno più serrato. Le speranze che le minacce possano essere infondate ancora ci sono, la situazione andrà a definirsi in maniera più dettagliata solo a ridotto del weekend, ma sicuramente le prospettive non sono molto allettanti.

- Pubblicità -
 

Le prime avvisaglie del vortice dovrebbero arrivare già nella giornata di oggi 20 aprile, almeno su Romagna e Marche. In queste zone potrebbero verificarsi scenari del tutto invernali, con nevicate tra domenica sera e la notte di lunedì 25, anche a quote collinari di 5-600 metri. La neve dovrebbe affacciarsi anche su rilievi toscani e umbri, in Abruzzo e nel Lazio intorno ai 900-1000 metri. Nel sud dello stivale invece dovrebbe arrivare pioggia copiosa, dunque festeggiamenti rimandati, magari al primo maggio.

- Pubblicità -
Pubblicità