Essenziale, lineare, artigianale: il progetto delle cucine Abimis, a picco sul mare

Pubblicità
Pubblicità

Cucine Abimis – Bianco, blu e terracotta. A picco sul mare, sul promontorio dell’Argentario, il progetto realizzato dall’architetto Filippo Bombace per la ristrutturazione di una villa è un inno allo stile del Mediterraneo. L’abitazione rispetta infatti tutti i dettami che da secoli ispirano l’architettura della nostra penisola, dalla palette cromatica al ritmo delle finestre, mai troppo ampie per impedire che il calore del sole penetri negli ambienti interni, sino alle decorazioni in ceramica e alla scelta di un arredo funzionale ed essenziale, che non lascia spazio al superfluo.

Abimis Abimis

Ne è un esempio il soggiorno, concepito come un ambiente fluido: il lungo tavolo da pranzo, un divano e pochi altri complementi sono gli unici elementi di questa stanza, sulla quale si affaccia anche la cucina, realizzata da Abimis, per offrire la massima convivialità. Un’apertura nella parete crea infatti un’elegante continuità tra i due spazi e la possibilità di vedere, anche mentre si cucina, il paesaggio dominato dai pini marittimi che si spingono fino a toccare la costa. Il profilo inferiore dell’apertura tra i due ambienti è un piano in acciaio a sbalzo, che diventa un pratico snack; quello superiore, identico, contiene invece la cappa aspirante, segnata da un sottile ritaglio all’interno del profilo in metallo.

Abimis Abimis

Si percepisce già da questi due elementi la qualità delle creazioni Abimis, ideate su misura e lavorate artigianalmente in base a ciascun progetto. Nel concept di Filippo Bombace la cucina segue infatti, secondo una forma a L, le irregolarità del perimetro della villa grazie alla sua completa customizzazione: la profondità e la larghezza dei moduli sono dimensionati in base alle esigenze del locale e sui principi di funzionalità ed ergonomia, ispirati agli impianti di ristorazione professionale. La loro composizione in acciaio AISI 304, materiale biologicamente neutro che assicura elevate performance in termini di resistenza e igiene, traccia inoltre un’immagine pulita, accentuata dall’assenza di maniglie e dalla bordatura che conclude con accuratezza le basi. Le ante sono squadrate, le gole, sottili, infondono ancora maggiore personalità alla cucina che, grazie alla lucentezza della materia e alla sua finitura orbitata a mano, riflette i disegni delle piastrelle e le loro nuance di blu. Abimis propone un arredo ricercato e mai iconico, che vuole consegnare a questo angolo della Toscana e al mare il vero ruolo di protagonisti.

www.abimis.com

correlati

INSÌUM lancia il trattamento mirato per collo e mento

Prendersi cura in maniera mirata ed efficace dell’area delicata e cedevole del collo e mento, oggi è possibile con l’ultima nata dei Laboratori INSÌUM: la Crema Riparatrice...

Aria di primavera con la cucina Beluga di Rastelli

Delicata, luminosa, quasi romantica, questa composizione di Beluga sembra ispirata alla primavera. Disegnata da Ferruccio Laviani per Rastelli, la cucina si distingue per lo stile sobrio ed armonioso dei...

Excalibur Knights of the Round Table 

Roger Dubuis è da sempre fedele alla sua passione per l’eccesso e la stravaganza. La sua visione da innovatore seriale, risultato dell’unione fra le competenze...

La lampada Tulip nella nuova versione a sospensione

Il designer francese Pierre Cabrera amplia la famiglia di lampade Tulip, con un nuovo e straordinario modello a sospensione. Ispirata alla grazia e alla bellezza del fiore...