Apple chiude la produzione degli iPod Nano e Shuffle, la fine di un’era

Pubblicità

La notizia era nell’aria da tempo, del resto sono anni che i lettori Mp3 si vedono sempre meno in giro: Apple ha salutato definitivamente i suoi ultimi iPod classici a listino, vale a dire gli iPod Nano e gli iPod Shuffle. Dopo aver dato vita a una nuova era della musica in mobilità, cambiando l’intero mercato, i buoni vecchi iPod sono stati inesorabilmente schiacciati dal peso di iPhone e degli smartphone in generale. Oramai chiunque ascolta musica con il proprio smartphone, anche perché non c’è più bisogno di copiare giga e giga di musica dal proprio PC sul lettore Mp3, adesso è l’era di Spotify, di Apple Music e delle piattaforme musicali. Per questo motivo di iPod se ne vendevano sempre meno, tanto da far prendere la decisione ad Apple di eliminarli per sempre a listino.

Addio iPod Nano e Shuffle

Sono sopravvissuti soltanto i più recenti iPod Touch, che effettivamente sono iPhone ma senza parte telefonica, dunque possono essere sfruttati con tutte le app presenti in App Store. Apple è andata così a ritoccare gli attuali iPod Touch di sesta generazione, gli unici fra l’altro che riceveranno iOS 11 a settembre: ora il modello base ha 32 GB di memoria e costa 239 euro, per il modello da 128 GB ci vogliono invece 359 euro. Sei i colori disponibili, dai classici Argento, Oro e Grigio Siderale si arriva al Rosa acceso, l’Azzurro elettrico, il Rosso di Product Red.

Leggi anche: Riuscirà Siri a soddisfare The Rock? Scopriamolo nel nuovo spot Apple

- Pubblicità -
Pubblicità