Le Citroen E-Méhari 100% elettriche arrivano a Pantelleria

Pubblicità

L’Isola di Pantelleria rappresenta un patrimonio inestimabile per il nostro Paese, motivo per cui va salvaguardata in ogni modo possibile. Per questo motivo l’amministrazione comunale del paesello ha autorizzato Citroen Italia a portare tre vetture elettriche, tre nuove Citroen E-Méhari, un omaggio a tutte le Méhari storiche che ancora circolano sull’isola. Segno che le autorità locali sono molto attente a mantenere incontaminato il paesaggio, a controllare le emissioni come i rumori, non a caso i motori 100% elettrici sono ultra silenziosi. Tutto questo senza disturbare troppo la vista, le Citroen E-Méhari sono infatti molto gradevoli da vedere. Per il loro utilizzo, anche perché si spera che le auto elettriche sull’isola si moltiplichino a vista d’occhio, il Comune ha anche installato quattro stazioni di ricarica per veicoli elettrici.

Le Citroen E-Méhari a Pantelleria

Citroen e-mehari

Colonnine che dovrebbero arrivare a venti nel giro di pochi anni, grazie ad un maxi-progetto che riguarda l’intera Sicilia, regione in cui si vogliono installare circa 400 stazioni di ricarica. Tornando alle nuove Citroen E-Méhari, rispetto alle antenate prodotte dal 1968 al 1980, vantano delle dimensioni più ampie – lunghezza di 3,81 m, larghezza di 1,87 m e altezza di 1,65 m – e una maggiore capacità del bagagliaio, da 200 a 800 dm3 con sedili ribaltati. Il design risulta ispirato alla storica Mehari – grazie anche alle cerniere a vista sulle due porte – ma nel contempo appare moderno e fresco.

Leggi anche: Citroen C5 Aircross da Shangai all’Europa, ma soltanto nel 2018

- Pubblicità -
Pubblicità