Colpo grosso in un Apple Store di San Francisco: rubati 313 iPhone X

Pubblicità

Oggi 3 novembre è il tanto atteso giorno di iPhone X, il nuovo smartphone di Apple che celebra i 10 anni di iPhone. Per la società di Cupertino doveva essere un giorno glorioso, di festa e di vendite da capogiro, con utenti accampati davanti agli Apple Store. Peccato però che per un Apple Store di San Francisco le festa sia stata completamente rimandata: prima che il negozio potesse vendere gli iPhone X arrivati, questi sono stati brutalmente rubati da una banda di ladri. Un colpo pensato fin nei dettagli, atto a intercettare il carico nel momento della consegna. Del resto si tratta di un’operazione che ha portato nelle tasche dei criminali poco più di 300 iPhone X (313 per l’esattezza), per un valore totale al pubblico di 370.000 dollari. Una rapina in pieno giorno, ai danni del corriere UPS incaricato di consegnare le preziose unità al negozio Apple.

300 iPhone X rubati in un Apple Store

Negozio che avrebbe messo in vendita le unità propio oggi 3 novembre, sia modelli da 64 GB che da 256, di colorazione bianca e nera. Ora Apple è al lavoro con le forze dell’ordine per intercettare e magari recuperare il bottino. Trattandosi di iPhone imballati è praticamente impossibile ricorrere al GPS o ad altre tecnologie, molto probabilmente saranno unità che verranno reimmesse sul mercato come telefoni nuovi, anche se Apple potrebbe bloccare gli IMEI. Insomma un colpo che potrebbe andare a vuoto, a meno che i telefoni non arrivino in Europa…

Leggi anche: Il giorno di iPhone X: da oggi in vendita il nuovo smartphone di Apple

- Pubblicità -
Pubblicità