Home Beauty Long bob: mosso, liscio, scalato e molto altro

Long bob: mosso, liscio, scalato e molto altro

6938
long bob

Se desiderate un taglio sbarazzino, che conferisca un po’ di leggerezza e brio, che vi faccia sembrare anche più giovanili, allora il long bob è quello che fa al caso vostro.
Un taglio che può essere scelto anche per la rapidità di asciugatura o per la sua versatilità, il long bob è sempre un taglio raffinato ed elegante qualsiasi sia il modo in cui venga portato. Ecco, dunque, qualche consiglio sui long bob adatti a diversi tipi di capello e quali sono le tendenze.

Long bob

Il long bob è un taglio di capelli che si identifica come la variante del classico caschetto lungo. È un taglio medio-corto, adatto a tutte le teste e a tutti i tipi di capello. Chiamato anche Lob (che nasce dalla fusione tra long e bob) ha una lunghezza che va da sopra le spalle ad appena al di sotto delle stesse. Negli anni venti, molte donne scelsero il taglio bob ma alla fine delle decade vi fu un’inversione di tendenza e questo taglio cominciò ad allungarsi fino a diventare un taglio medio.

Il lob, dopo aver vissuto un periodo di buio, ha dovuto aspettare gli anni ’60 per tornare in auge ed essere sempre di moda. Il long bob è uno dei pochi tagli adatto davvero a tutte, a tutti i tipi di viso e ad ogni tipo di chioma e capello: aiuta ad aggraziare i lineamenti del viso, rendendoli più delicati e morbidi e aiuta a nascondere i difetti. Di fatto, il long bob è diventato uno dei tagli must degli ultimi anni.

Un taglio che non richiede troppe cure come un capello molto lungo e non è rigido e ordinario come un taglio corto e che può essere lungo quanto basta a seconda dei nostri gusti e delle nostre esigenze.

Long bob scalato

long bob

Il long bob è un taglio versatile, adatto davvero a tutte. Tendenzialmente le tipologie di long bob sono due: il taglio simmetrico o quello asimmetrico e/o scalato. Il long bob simmetrico ha la sua massima espressione nel liscio che più liscio non si può e nella riga centrale. Il taglio è netto, le lunghezze vengono phonate verso l’interno durante la piega, con l’utilizzo di una spazzola tonda. Il long bob asimmetrico prevede una linea laterale con un ciuffo più lungo rispetto al lato della testa opposto. In questo caso, il taglio si può portare come si vuole, mosso, liscio o anche lasciati asciugare in modo naturale.

Rispetto al simmetrico, questo taglio è più versatile e modificabile durante la piega, in base alle proprie esigenze. Inoltre, questo taglio consente di dare volume al capello e di giocare con esso. Ma che il taglio sia simmetrico o asimmetrico, entrambi possono essere anche scalati. La scalatura è indicata per chi necessita o desidera un maggiore volume o un movimento più accentuato (soprattutto per chi ha capelli molto fini e senza volume). La scalatura su un long bob permette di giocare con il volume, di creare onde morbide con effetto naturale.

Di queste tipologie di long bob si stabilisce la lunghezza anche in base alla forma del volto. Per chi ha un viso paffuto, è meglio optare sulle lunghezze maggiori perché fanno sembrare il viso più ovale; al contrario, chi possiede un volto più allungato starà meglio con le varianti più corte. Chi ha i lineamenti spigolosi eviterà le frange, scegliendo per un taglio più lungo e scalato, come chi possiede un viso triangolare e rendere i lineamenti più morbidi.

Long bob: capello liscio, mosso o riccio

long bob

Il long bob mosso è il taglio preferito, è elegante e raffinato, e consente di avere onde morbide e dall’effetto naturale. Che sia simmetrico o asimmetrico, o che sia scalato, il long bob mosso conferisce un tocco sbarazzino e di naturalezza al viso. Per chi non ha i capelli naturalmente mossi, è possibile ricreare una piega quanto più naturale possibile, grazie ad un ferro arricciacapelli o a dei bigodini grandi, creando delle onde leggere e cadano morbide sul viso. Eventualmente, la riga (laterale o centrale che sia) aiuta a ripartire le ciocche in maniera più armonica. Dalle cosiddette beach waves, si può passare al riccio, conferendo classe e stile alla chioma.

In questo caso, la scalatura aiuta la naturale curvatura dei capelli ricci, soprattutto per possiede un capello sottile e con poco volume. Anche se il capello è riccio, la frangia può essere portata ugualmente, enfatizzando i ricci e/o i boccoli delle lunghezze. Per chi ha i capelli ricci naturali il gioco è facile, ma è possibile ricreare l’effetto anche grazie ad un ferro arricciacapelli e all’utilizzo di spume adatte per l’occasione. La chioma liscia, al contrario di quella mossa o riccia, punta l’attenzione sulla lunghezza e sul movimento del taglio. Adatto per chi ha una chioma molto folta e desidera tenerla in ordine o per chi possiede un capello liscio di natura, il long bob consente di essere sempre in ordine, facilitando anche un possibile raccolto, senza rinunciare a un tocco di eleganza e di stile.

Long bob negli anni: 2015, 2016 e 2017

Il fenomeno del long bob è esploso negli ultimi anni, grazie anche a vip e celebrità varie che hanno optato per questo tipo di taglio. Nel corso di questi anni, tra il 2015 e il 2018, non ci sono stati molti cambiamenti o modifiche riguardo questo taglio. Questo perché il taglio in sé è già nato con tantissime versioni al seguito ed essendo versatile, la scelta di questo taglio cade proprio perché è adatto ad ogni tipo di viso. Il trend riguarda solo il taglio base, che viene poi modificato e adeguato in base alla tipologia del volto e alla composizione di chioma e capello.

Fonti: beautydea, glamour