Home Design Portacandela fai da te: tanti modi per creare oggetti unici

Portacandela fai da te: tanti modi per creare oggetti unici

538
portacandela fai da te

I portacandela fai da te sono sempre dei pensieri molto graditi, e non solo durante i periodi della feste. Ma non solo: questi portacandela decorati e realizzati a mano sono ottimi per completare l’arredamento di una casa o come segnaposti per delle cene con parenti e/o amici.

La fantasia è la componente principale per realizzare questi accessori in modo unico e originale, unita alla pazienza e alla voglia di sperimentare. E farlo con la propria famiglia diventa un’esperienza particolare.

Ecco, quindi, tanti modi diversi per creare dei portacandela fai da te.

Portacandela di Natale fai da te

portacandela fai da te

Un portacandela di Natale fai da te è per sempre. Sì, perché chi lo riceve respira il calore umano di chi lo ha realizzato, tutta la pazienza e l’impegno che sono stati messi per realizzarlo.
Grande o piccolo che sia, un portacandela è sempre un regalo apprezzato in ogni momento dell’anno, soprattutto durante l’inverno. Questi accessori sono in grado di creare un’atmosfera unica, e rispetto agli altri mesi dell’anno, il periodo natalizio è proprio quello adatto.

Realizzare un portacandela di Natale, da regalare, da fare per sé o per realizzare dei segnaposti originali e piacevoli, non è molto difficile: ci vuole solo pazienza e tanta fantasia. Per realizzare dei graziosi portacandela natalizi bisogna capire se si desidera riciclare ciò di cui si dispone in casa al momento o se si necessita di acquistare del materiale. Una volta deciso ciò, bisogna munirsi di fantasia e pensare a tutto quello che fa parte del periodo delle feste: via, allora, a glitter, colori come rosso, oro, bianco e argento, brillantini e olii essenziali.

Prima bisogna pensare al contenitore: il vetro è il materiale che si presta meglio alla cera, che dà sempre quel fascino, quando decorato, nel vedere e non vedere la candela che risplende al suo interno. Si parte, quindi a decorare la base scelta: tra i vari vasetti (sarebbe meglio sceglierne uno che, una volta terminata la candela, possa essere riutilizzabile) scelti, si può cominciare a decorare l’esterno con particolari colle glitter o colori creati appositamente per il vetro.

Si può ricorrere anche all’utilizzo di stencil che consentano di poter disegnare delle figure precise oppure, se la manualità è il punto forte, procedere anche a un disegno a mano libera. In questo caso, la ciliegina sulla torta la farà la candela, che profumerà a seconda dei gusti del destinatario o dei propri (dato il periodo, si può propendere per la cannella). Ma è possibile realizzare da zero anche la base: ad esempio, utilizzando del gesso o delle paste da colata, è possibile lavorarle e darle la forma che più di desidera, con stampi di diverso tipo.

Portacandela natalizio fai da te

portacandela fai da te

Per un portacandela natalizio fai da te è possibile usare anche delle lanterne. C’è forse qualcosa di più natalizio di queste? Si possono comprare già decorate (ma che gusto ci sarebbe poi?) oppure delle lanterne molto basic da poter decorare sempre con glitter, colori adeguati e tanta fantasia.

Vasetti e lanterne, o altre basi per portacandela, possono essere decorati anche un metodo semplicissimo, soprattutto se si vuole personalizzarle apponendo dei nomi, come quello dei destinatari del pensiero. Per fare ciò, è sufficiente mettere della colla vinilica in un piattino, utilizzare un pennellino (con punta larga o fina, dipende dallo stile che si vuole dare) sporcarlo di colla e scrivere il nome sulla zona desiderata della base.

Una volta fatto questo passaggio, si possono mettere i brillantini colorati (e qui non c’è che l’imbarazzo della scelta) sulla scritta, che può avvenire in due sistemi: o gli si versa sopra una manciata, o si prende la base e la si intinge letteralmente dentro i brillantini. Una volta che la colla si asciuga, basta spennellare delicatamente i brillantini in eccedenza e il gioco è fatto. Sempre con la colla vinilica si possono fare altre decorazioni: diluita con una piccola parte di acqua, si mette in ammollo un piccolo pezzo di pizzo o di tessuto: una volta che sono stati immersi e sono intrisi di soluzione, si strizzano per bene e si incollano al barattolo di vetro (o altro tipo) prescelto.

Se, invece, si vuole puntare sulla candela, anche queste si possono realizzare con il fai da te: si compra la cera bianca, la si fa sciogliere a bagnomaria e, una volta sciolta gli si aggiungono i coloranti e gli olii essenziali (ne bastano davvero poche gocce). Dopo aver ben mescolato, la cera si fa colare nello stampo prescelto (già munito di stoppino) e il gioco è fatto. Una volta rimossa la candela dallo stampo, essa è ancora decorabile per mezzo di opportune colle glitterate.

Portacandela fai da te di vetro

portacandela fai da te

I portacandela fai da te di vetro sono sempre i più gettonati: sono adatti a qualunque stagione dell’anno e sono adatte sia per uso interno che esterno. Se per quanto riguarda il periodo invernale, e più precisamente natalizio, si è già detto nel paragrafo precedente, per il resto dell’anno non c’è che da sbizzarrirsi.

Per dei portacandele che possano sprigionare luce colorata, si può optare per la carta velina: una volta scelto il barattolo di vetro, si diluisce la colla vinilica con dell’acqua (facendo in modo che non risulti troppo liquida): in seguito, si prendono delle piccole strisce di carta velina (dipende poi se si vuole fare una decorazione monocroma o sfumata e colorata) si applicano sul barattolo di vetro con un pennellino sporco di mistura di colla e acqua.

Per fissare il tutto, si procede con una spruzzata di spray lucido che dà lucidità al barattolo decorato e fa sì che la carta velina non si stacchi facilmente. In alternativa, per una decorazione un po’ retrò si suo optare per pizzi e merletti da intingere sempre in colla e acqua, strizzare ed applicare sul barattolo.

Per poter dare un po’ di colore alla lanterna o al barattolo di vetro, dando un effetto da lanterna magica, si prende dello spago e si arrotola intorno al barattolo, oppure si applicano delle figure: in seguito, dopo aver appoggiato il barattolo su un foglio di giornale e stando all’aperto, si spruzza su di esso con una bomboletta spy del colore scelto. Una volta asciutto, basta togliere le figure, o lo spago, et voilà! Se, invece, si è amanti della semplicità e della modernità, basta prendere un barattolo di vetro vuoto e ben pulito, porre all’interno delle biglie colorate a cui andrà messa sopra la candela.

Portacandela di carta fai da te

Banalmente si può pensare che carta più candela non è un’ottima combo. Invece, si possono realizzare dei portacandela di carta fai da te, dando vita a delle vere lanterne magiche, con i dovuti accorgimenti. Come prima cosa, è necessario procurarsi ed acquistare della carta ignifuga, da cui si creeranno i portacandele.

Una modalità interessante può essere quella di unire i fogli tra di loro con dei fili di ferro, o altro materiale sempre a prova di fiamma, per creare delle piccole maniglie o per far sì che il portacandela possa essere appeso. Se poi, si lavora il foglio di carta con un punteruolo, creando qualsivoglia figura, il fascino è assicurato.

Portacandela fai da te per bambini

Realizzare dei portacandela non è un lavoro per soli adulti, anzi, è un lavoro di famiglia: quanto sarebbe bello condividere queste realizzazioni con i propri pargoli o realizzare dei portacandela fai da te per bambini? Se i bambini possono fare compagnia e farli divertire pasticciando un po’ con i materiali a disposizione per realizzare meravigliosi accessori, si possono realizzare anche per fare dei regali da bambino a bambino, per il compagno di classe preferito o per l’amichetto del cuore.

L’impronta di piccole manine sul barattolo di vetro o i disegni stilizzati realizzati con la loro fantasia saranno un sicuro valore aggiunto per realizzare dei portacandela davvero unici e ricchi d’amore.