Dopo vari anni in cui faretti a led, applique e controsoffittature con strisce a led l’hanno fatta da padrone, oggi tornano di gran moda i lampadari classici. I prodotti oggi disponibili in commercio seguono ovviamente il gusto moderno, quindi sono sì lampadari classici per forme e dimensioni, ma al contempo offrono soluzioni che ben si adattano anche agli arredi contemporanei. La scelta dipende da alcune caratteristiche dell’ambiente in cui desideriamo installare un lampadario classico e anche dalla sua posizione nello spazio.

I classici lampadari da soggiorno

Il soggiorno è l’ambiente tradizionale in cui un lampadario può fare bella mostra di sé. Un lampadario classico si posiziona, di solito, sopra il tavolo da pranzo, o anche nella zona con i divani. Per la scelta molto dipende dai gusti dei padroni di casa, ma anche dallo stile dell’ambiente. Per un soggiorno con elementi di arredo classici ed eleganti una buona proposta potrebbe essere quella di Ideal Lux, che offre il modello colossal in versione da 15, da 8 e da 6 luci, in colore trasparente, grigio o avorio. Si tratta di uno dei più classici lampadari della tradizione, con i portalampada che ricordano delle candele e i vari bracci a sostenerle che mostrano ampie gocce che simulano i lampadari antichi di cristallo. Una soluzione elegante e molto tradizionale, che permette di avere una buona luminosità e di dare un tocco originale ad ogni soggiorno.

LEGGI ANCHE: Lampadari tra stile, tradizione e arredamento

Le versioni classiche dal gusto contemporaneo

Il concetto stesso di lampadario centrale a sospensione è completamente classica, visto che oggi le opzioni sotto questo punto di vista sono molto maggiori rispetto a un tempo. Nei negozi di lampadari si possono trovare anche modelli di lampadario a sospensione che si distinguono per lo stile contemporaneo. Un esempio tipico è il modello Phoenix, sempre di Ideal Lux, disponibile in bianco o nero anche come plafoniera. Si tratta di un lampadario rettangolare, che quindi si estende in larghezza, perfettamente adatto anche in questo caso per il tavolo del soggiorno. La luce proiettate sul pavimento segue l’andamento di un lungo tavolo o di arredi posizionati parallelamente alle pareti più lunghe della stanza. Per illuminare ambienti particolarmente ampi è possibile posizionare più di un lampadario di questo genere, posti in successione.

Lampadari classici per la camera da letto

Mentre in soggiorno è importante che il lampadario svolga anche la funzione di complemento d’arredo, i modelli più classici per la camera da letto hanno forme e dimensioni meno importanti. Questo perché solitamente la luce centrale della camera da letto viene utilizzata in modo limitato. Quando si sceglie un lampadario a sospensione per questo ambiente si può comunque propendere per i modelli classici, con paraluce in vetro o in materiale plastico colorato. L’importante sta nell’abbinarlo al resto degli arredi, assecondandone lo stile. Alcuni modelli di lampadario pensato per la camera da letto consentono di abbinare delle abat jour per i comodini, con il medesimo stile, in modo da creare un piacevole pendant. Ovviamente questo tipo di soluzione non è obbligatoria, ma enfatizza l’effetto ottenuto con il lampadario.

LEGGI ANCHE: Illuminazione: soluzioni per ogni ambiente e necessità

Ideale per una camera da letto elegante e raffinato è il lampadario di Affralux, un lampadario a sospensione formato da una cascata di cristalli in diverse forme e dimensioni, contornato da un rosone in acciaio cromato per renderlo ancora più luminoso. Può essere abbinato a un bellissimo abat-jour per rendere completa e di tendenza l’illuminazione della nostra camera da letto.