Métiers d’Art e lo zodiaco cinese anno del bue by Vacheron Constantin

Pubblicità
Pubblicità

Attraverso il costante dialogo con i collezionisti e gli appassionati di Alta Orologeria, Vacheron Constantin arricchisce la sua collezione Métiers d’Art La légende du zodiaque chinois con il segno del bue. Simbolo di perseveranza, lealtà e pazienza, seguirà al segno del topo il 12 febbraio 2021, data che segna l’inizio del nuovo anno cinese. Queste due nuove creazioni composte da dodici modelli ciascuna, uniscono l’eccellenza tecnica del calibro 2460 G4 alla bellezza dei mestieri d’arte.

La Cina, Paese con cui Vacheron Constantin intrattiene un rapporto speciale fin dal 1845, creò l’arte del Jianzhi, una tecnica di découpage della carta. Questa forma di arte popolare riecheggia nella cultura svizzera attraverso il celebre découpage Scherenschnitt. Tale approccio artistico, valorizzato dalla collezione Métiers d’Art La légende du zodiaque chinois, trova quest’anno una nuova interpretazione grazie al savoir-faire dei maestri incisori e smaltatori. Il disegno delle foglie visibile sul quadrante è tratto dall’iconografia cinese classica ed è inciso direttamente nel metallo. Il decoro rimane semi-incastonato e risalta sulla base in oro grazie alla delicata realizzazione di rilievi più o meno accentuati, che donano un effetto di profondità, come se le foglie fluttuassero sul quadrante. A questa fase segue la smaltatura Grand Feu, una tecnica ancestrale che solo pochi artigiani ancora padroneggiano. Applicando lo smalto in strati successivi, lo smaltatore accentua l’intensità dei colori blu o bronzo del quadrante. Il pieno controllo del colore e della fase di cottura, che avviene tra gli 800 e i 900 gradi Celsius, richiede all’artista un’esperienza tale che può essere acquisita solo dopo diversi anni. Il bue, in platino o in oro rosa, è inciso a mano prima di essere delicatamente applicato al centro del quadrante.

Il quadrante, privo di lancette, indica le ore, i minuti, il giorno della settimana e la data attraverso quattro finestrelle. Queste indicazioni, le prime due a visualizzazione continua, le altre saltanti, esprimono tutto il savoirfaire della Maison nella progettazione e nello sviluppo di quadranti unici e originali. Chiaramente visibile attraverso il fondello in vetro zaffiro della cassa in platino o oro rosa, la massa oscillante in oro 22 carati è impreziosita dal decoro ricorrente di una croce di Malta, una finitura eseguita in linea con le migliori tradizioni orologiere. Tutti i componenti del movimento rispettano i requisiti previsti dal Punzone di Ginevra, il prestigioso marchio di qualità di cui Vacheron Constantin è il più fedele rappresentante.

#vacheronconstantin

correlati

Leonardo da Vinci: 10 cose da sapere

Leonardo di ser Piero da Vinci, in arte Leonardo da Vinci, fu artista, inventore e scienziato, giusto per citarne alcuni, nonché uno dei più...

Muguet 2021 Millésime by Guerlain

Più che un semplice fiore, il mughetto è un vero e proprio simbolo, una poetica celebrazione della primavera. In aggiunta, un portafortuna che per...

Coco Crush, la collezione di gioielli Chanel

Tanti gli incontri che, attraversando la vita di Gabrielle Chanel, hanno nutrito le sue creazioni e segnato il suo destino. Ispirata al motivo trapuntato, la collezione...

La nuova collezione primaverile di Jo Malone London

Il sole primaverile è un’ispirazione per Jo Malone London che presenta così la sua nuova collezione di profumi. Scoprire Blossoms, una collezione di boccioli profumati, presentata in flaconi...