La Prairie e la mostra sull’artista Niki de Saint Phalle al MoMA di New York

Pubblicità
Pubblicità

Niki de Saint Phalle: Structures for life, dall’11 marzo al 6 settembre 2021 vedrà come protagoniste oltre 200 opere create dalla metà degli anni ‘60 fino alla morte dell’artista, tra cui sculture, stampe, disegni, gioielli, film e materiali d’archivio. Evidenziando l’approccio interdisciplinare di Saint Phalle e il suo impegno per le principali questioni sociali e politiche, la mostra si concentrerà sulle opere che l’artista ha creato per trasformare gli ambienti, gli individui e la società.

Attraverso questo patrocinio, La Prairie rende omaggio allo spirito femminista audace e visionario di Saint Phalle – la sua sfida alle norme sociali e la sua volontà di rompere i codici sia nella sua vita personale che nel suo lavoro.

Questa collaborazione è un’opportunità per la Luxury House svizzera di far conoscere al mondo le opere rivoluzionarie di Saint Phalle e di fare luce sui suoi successi in quanto donna e artista femminista d’avanguardia, che ha dedicato la sua vita ad una visione di equità sociale, razziale e di genere.

“Questa collaborazione con il MoMA PS1 è per noi una valida opportunità per condividere la filosofia di Niki con il mondo e associare il suo spirito: pioniere, perseverante, forte, femminista a quello di La Prairie. Siamo particolarmente orgogliosi di poter sostenere la vita, l’opera e l’eredità culturale dell’artista, e lo consideriamo un incontro fondamentale per la nostra Maison”, ha dichiarato Greg Prodromides, Chief Marketing Offi cer di La Prairie.

Infatti, il lavoro di Niki de Saint Phalle ha una particolare risonanza in La Prairie, dato che è stato il suo sorprendente uso del blu cobalto ad essere d’ispirazione per l’iconico colore della collezione Skin Caviar. Nel 1982, Niki stava sviluppando una fragranza col suo nome nel proprio atelier all’interno di uno studio di design condiviso a New York, nel quale il team di La Prairie era spesso coinvolto in scambi creativi. Quando La Prairie incontrò il blu cobalto di Niki de Saint Phalle – il suo colore preferito descritto “come il colore della gioia e della fortuna” – il collegamento divenne chiaro: solo il blu cobalto avrebbe funzionato. Un incontro fortunato che avrebbe scaturito un legame con La Prairie e l’avrebbe suggellato per sempre.

Proprio come Niki de Saint Phalle ha fatto conoscere le visioni moderniste e progressiste, il fondatore di La Prairie ha aperto la strada a scoperte pionieristiche. Il Dr. Paul Niehans era un sognatore, un ricercatore di bellezza. L’arte era fondamentale nella sua scienza, centrale nel suo sogno di tenere il tempo in mano e nel suo spirito pionieristico.

laprairie.com/it

moma.org/ps1

correlati

Green Tea Sakura Blossom di Elizabeth Arden

La collezione Green Tea di Elizabeth Arden dà il benvenuto alla nuova fragranza Green Tea Sakura Blossom Eau de Toilette Spray – una composizione luminosa che risveglia deliziosamente...

Museo d’arte della Svizzera italiana presenta Luigi Pericle

Dal 18 aprile al 5 settembre 2021 il Museo d'arte della Svizzera italiana presenta la prima retrospettiva in Svizzera del pittore e disegnatore Luigi...

Antonello Viola per il ciclo “La forma dell’oro” | Fino al 6 maggio

BUILDINGBOX presenta fino al 6 maggio 2021 un’installazione inedita di Antonello Viola(Roma, 1966), quarto artista invitato nell’ambito de La forma dell’oro, il progetto espositivo annuale,...

Giulio Turcato. A Roma una retrospettiva alla Galleria Marchetti

Dal 15 aprile al 17 giugno 2021 la Galleria Marchetti Roma ospita a Roma Giulio Turcato. Colori mai visti, realizzata in collaborazione con L’Archivio Giulio...