Un soggiorno tra l’arte all’Eitch Borromini di Roma

Pubblicità
- pubblicità -

L’atmosfera della capitale regala agli innamorati tramonti indimenticabili e passeggiate suggestive tra alcune delle opere d’arte più belle al mondo. Tra le esperienze da condividere con la persona amata non può mancare un elegante soggiorno all’Eitch Borromini, dimora storica gioiello di Palazzo Pamphilj, che riserva ai suoi ospiti lussuose suite affrescate e piatti gourmet da condividere sulla Terrazza Borromini, sospesi tra il cielo e Piazza Navona.

L’antica dimora è ospitata da un edificio progettato e realizzato dal Borromini fra il 1654 e il 1659: si tratta infatti di un ramo di Palazzo Pamphilj, il Collegio Innocenziano. Una delle caratteristiche principali della struttura è la vista panoramica, che accompagna l’ospite in tutti gli ambienti: sia la sala colazione che molte delle camere godono di affaccio su Piazza Navona, in particolare sulla Fontana dei Quattro Fiumi di Bernini, e sullo skyline del centro di Roma: dalla cupola del Pantheon a quella di San Pietro.

- Pubblicità -
 

La stessa vista accomuna anche il Ristorante Terrazza Borromini, spazio unico ricavato al quarto piano nelle sale impreziosite dagli affreschi del Bernini, dove si trova la Galleria d’Arte Borromini, che si affacciano su Piazza Navona, con tavoli anche all’aperto quasi sospesi sulla piazza. Il Ristorante propone una moderna e curata cucina romana, cocktail bar ed è aperta ad eventi privati.

- Pubblicità -

Al primo piano del palazzo si accede alla biblioteca privata dei Pamphilj, famosa per quantità e rarità di volumi e manoscritti e per l’affresco della volta eseguito da Francesco Cozza.

Le camere di diversa tipologia spaziano dalla singola con letto Queen Size, alle Classic, fino alle Superior Suite, Suite Deluxe e Suite Executive con terrazzino privato; alcune sono con vista su Piazza Navona o sulle cupole, campanili e palazzi iconici di Roma e altre su via di Santa Maria dell’Anima, con scorci su Tor Millina, torre medievale dai merli guelfi. Le camere sono tutte diverse una dall’altra, date le diverse destinazioni che il palazzo ha avuto nel corso dei secoli: scuola ecclesiastica, abitazione per il clero, libreria e convento. Raffinate, intime e curate nell’arredamento, dispongono di letti extra-comfort.

- Pubblicità -

Eitch Borromini offre a chi vorrà concedersi una fuga romantica senza tempo tra le opere d’arte di una delle piazze più belle della capitale. Alla bellezza e alla storia circostante, la struttura aggiunge un pizzico di romanticismo e lusso in più per rendere il soggiorno ancora più indimenticabile.

www.eitchborromini.com

- Pubblicità -
Pubblicità