L’interior design che omaggia l’unicità delle pietre naturali

Antolini presenta un progetto d’interior in pieno centro a Treviso

Pubblicità
Pubblicità

L’unicità è la caratteristica più affascinante che le pietre naturali offrono a progettisti, interior designer e architetti che scelgono di utilizzarle per rivestire pareti e pavimenti. Un pensiero che accomuna l’architetto Andrea Laudini, artefice di questo progetto, e Antolini, l’azienda veronese che da oltre 60 anni seleziona e lavora le pietre naturali esaltandone l’innata magnificenza.

Siamo nel centro di Treviso, in un appartamento in cui la pietra naturale ispira fortemente il lavoro del progettista e dove, come in una sinfonia sublime, ogni elemento architettonico e d’arredo si amalgama perfettamente, definendo con eleganza ambiente dopo ambiente. Lo spazio assume un aspetto originale, irripetibile, conferitogli proprio dall’utilizzo della pietra naturale.

Materiale forte, resistente, la pietra si dimostra sorprendentemente malleabile nel fondersi nel contesto, lastra dopo lastra. Nasce così un progetto d’interior, dove ogni ambiente diventa habitat magnificus.

Dalmata è il marmo scelto per caratterizzare la cucina: la grande isola e una delle pareti a nicchia. Maestosa con la sua alternanza optical di bianco e nero, questa raffinata pietra naturale appartenente alla Exclusive Collection di Antolini, cattura lo sguardo, ammaliandolo, perché il suo flusso randomico regala geometrie inaspettate. Un’opera d’arte di Madre Naturache Antolini seleziona magistralmente. L’ambiente risulta purissimo, fluido e armonioso.

La zona giorno prosegue poi con la suggestione di altre pietre naturali, in particolare con il PatagoniaOriginal”, l’esclusivo natural quartz firmato Antolini scelto per realizzare il piano del tavolo della sala da pranzo e una magnifica e scenografica parete posta nel dorso scala dove la retro illuminazione è evocativa di ciò che solo la natura ha il potere di creare. Questa pietra che la natura ha amalgamato in milioni di anni, accostando Cristallo, Feldspato e Tumalina Nera, si presenta con un susseguirsi di geometrie bianche, ombre nere e grigie. La naturale spettacolarità di Patagonia “Original”, diventa così condizione distintiva nel minimalismo essenziale e moderno dell’elemento scala e dell’ambiente che la circonda.

Per dare continuità tra ambiente interno ed esterno, in un raffinato gioco d’impercettibili figure geometriche, la scelta dell’architetto Laudini è stata una quarzite, il Taj Mahal, capace di esaltare un equilibrio ricercato tra classico e moderno.

Pubblicità