Kreoo presenta la collezione Aurora in vetro di Murano

Pubblicità
Pubblicità

Dallo straordinario punto di incontro tra marmo e vetro di Murano nasce Aurora, la nuova collezione di Kreoo realizzata in collaborazione con il designer e architetto veneziano Enzo Berti. Come vuole il suo nome, il concept di progetto rievoca la magia del sorgere: una fonte di luce nasce inaspettatamente, come il sole sul mare, e lega tra loro non solo due materiali diversi, ma concetti antitetici come trasparente e opaco, pesante e leggero, forme concave e convesse.

La collezione Aurora di Kreoo: onice, vetro di Murano e Luce

L’onice, con le sue preziose sfumature, segna il principio di questa famiglia di prodotto, che comprende lampade da terra e da tavolo in quattro configurazioni e altrettanti nomi – Magika, Miro-Meta e Litia; costituisce la base dei corpi illuminanti e contiene la sorgente, a led, che ne smaterializza le venature e permette l’unione quasi alchemica con il vetro, soffiato a bocca secondo l’antichissima tradizione artigiana della laguna veneta.

Il vetro di Murano si offre quindi come diffusore: è proposto nella versione trasparente, fumè o in altre ricercate finiture – come l’effetto a piccolissime bollicine d’aria- che ne accentuano ulteriormente la lavorazione. La sua forma è curvilinea ed è disegnata, nelle due proposte Magika e Litia, come una bolla morbida, leggermente ovale e forata sulla sommità per permettere la fuoriuscita della luce. In Miro e Meta, invece, diventa un cilindro slanciato trasparente, dai profili più o meno fluidi, a contemporanea interpretazione di ancestrali lanterne.

- Pubblicità -

Il vetro ha sempre forma convessa; l’onice – bianco, miele o grigio – lo contrasta con sagome concave che caratterizzano le diverse basi di Magika, Miro e Meta; qui, il marmo naturale sembra rarefarsi gradualmente, e la sua sommità si accende, diventando permeabile e brillante sotto l’effetto della luce. In Litia, infine, l’onice prende la configurazione di un ciottolo levigato sopra il quale è posata la sfera di vetro, che sembra sospesa in una situazione di eccezionale equilibrio.

Abbiamo voluto fare qualcosa di speciale con Aurora, lavorando su due materiali storici del patrimonio artigianale e artistico Veneto” racconta l’architetto veneziano Enzo Berti “Ogni pezzo della collezione è unico: unica è la lavorazione manuale dell’onice; unico, analogamente, il risultato della bolla di vetro che di volta in volta viene realizzata soffiando a bocca. L’esperienza di Kreoo nella lavorazione del marmo e la volontà del brand di allargare i propri confini valorizzando la territorialità ha permesso di portare a compimento questa famiglia di prodotti, che è riduttivo definire lampade”.

Magika, Miro-Meta e Litia sono infatti prodotti di design, ma anche oggetti d’arte che raccontano la storia manifatturiera del contesto in cui nascono: sculture di luce irripetibili, che possono arredare spazi diversi come ambienti domestici, ristoranti e lounge.

Pubblicità