Nuovo shampoo liquido con carbone vegetale by PARCO1923

Pubblicità
- pubblicità -

PARCO1923, brand di profumi che nasce da una storia antica, fatta di boschi millenari e piante magiche, che crescono esclusivamente nelle suggestive aree del Parco Nazionale d’AbruzzoLazio e Molise, in occasione di Pitti Fragranze, il salone-evento internazionale dedicato alla cultura olfattiva, presenta il nuovo shampoo liquido a base di carbone vegetale. La linea bagno di PARCO1923 si arricchisce così – dopo la Schiuma da bagno, il Detergente Mani Esfoliante, la Crema Nutriente corpo e mani e l’esclusiva Linea Corpo Scarpetta di Venere, seconda creazione olfattiva del marchio omaggio alla rara orchidea che cresce nel Parco – di un prodotto dalle proprietà detossinanti, perfetto per detergere il cuoio capelluto e rivitalizzare i capelli stressati. Le note profumate della fragranza PARCO1923 vengono infuse in uno shampoo dal caratteristico colore nero, grazie all’aggiunta di polvere purissima di carbone vegetale.

- Pubblicità -

Agendo come un magnete, il carbone vegetale attira e assorbe le impurità organiche e inorganiche dell’ambiente circostante come smog o particelle inquinanti. Gli estratti di ginepro, dall’effetto balsamico e rivitalizzante, riattivano la microcircolazione e contribuiscono a rinforzare la fibra capillare dalla radice, rendendo la chioma setosa e luminosa.

È ideale per curare i capelli sfibrati, sottoposti a un ambiente cittadino inquinato o danneggiati da trattamenti aggressivi o dal sole. Formulato con tensioattivi di origine naturale, grazie alla sua formulazione delicata e rispettosa del naturale film idrolipidico del capello è adatto all’uso frequente.

L’inimitabilità di PARCO1923 è data dalla piramide olfattiva unica che racchiude un mix di piante, che crescono per la maggior parte all’interno del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Il cuore del profumo è composto dal misterioso Maggiociondolo, letale per gli uomini e benefico per gli animali, dall’essenza delle Bacche di Ginepro addolcita dall’inebriante Caprifoglio che si sposa con l’intensità della Ginestra Odorosa. E ancora gli effetti benefici dell’Angelica Selvatica, impreziosite dal rarissimo Giaggiolo e dagli effetti terapeutici del Muschio. Il fondo non poteva che essere di Faggio, albero rappresentativo del parco e della sua tradizione che popola il 60% dei boschi del territorio.

- Pubblicità -

www.parco1923.com

- Pubblicità -
Pubblicità