Al Louvre borse e zaini Louis Vuitton firmati Jeff Koons

Pubblicità
Pubblicità

Louis Vuitton torna a mescolare l’arte e la moda, questa volta insieme a Jeff Koons, dopo aver collaborato insieme ad artisti del calibro di Stephen Sprouse, Richard Prince, Takashi Murakami e Yayoi Kusama. Arriva infatti la nuova collezione dei “51 pezzi facili”, realizzata prendendo spunto da cinque capolavori dell’arte, fra cui la celebre Gioconda di Leonardo, la Giblette di Fragonard, Marte, Venere e Amore di Tiziano, Caccia alla Tigre di Rubens. L’artista ha scambiato le celebri iniziali del marchio, LV, con le sue JK, attaccando alle borse un ciondolo abbinato con tanto di coniglietto anziché il tradizionale lucchetto Louis Vuitton – che sia un rimando alla sua ex moglie Ilona Staller?

Louis Vuitton mescola arte e moda

La collezione in questione è stata presentata presso il complesso del Louvre a Parigi dallo stesso autore Jeff Koons in compagnia di diverse celebrità come Catherine Denevue, Jennifer Aniston, Chloe Sevigny e Michelle Williams. Madrina ufficiale della serata, che ha visto andare in scena anche una cena stellata, Alicia Vikander, l’attrice danese premio Oscar. Brutte notizie invece per quanto riguarda i prezzi, poiché non sono certo per tutte le tasche: per una borsa Speedy ispirata a Van Gogh ci vogliono 2.240 euro, per uno zaino Rubens 2.600 euro.

Leggi anche: Moda, arte e natura: in mostra alla Reggia di Venaria gli abiti animalier più famosi del mondo

correlati

Con ISDIN SI-NAILS le unghie ritrovano nuova vita

La soluzione ideale è ISDIN SI-NAILS, grande innovazione nata dalla ricerca ISDIN, da 45 anni leader in dermocosmetica: un rinforzante appositamente studiato per proteggere e...

to the everyday miracle, personale di Corita Kent a Milano

La galleria kaufmann repetto presenta to the everyday miracle personale di Corita Kent (1918, Fort Dodge - 1986, Boston). Sviluppata in collaborazione con il Corita Art Center...

Lancel, collezione A/I 2021

La collezione autunno inverno 2021 di Lancel è come un arcobaleno dopo un brutto temporale. E’ colore, allegria e joie de vivre. E’ l’energia positiva, la fiducia...

Who the Bær, personale di Simon Fujiwara a Fondazione Prada

Fondazione Prada posticipa, a data da destinarsi, l'apertura al pubblico della mostra Who the Bær di Simon Fujiwara, prevista per martedì 2 marzo 2021...