ANDY WARHOL “FOREVER”-SIMONE D’AURIA “FREEDOM”

Pubblicità
Pubblicità

Dal 16 maggio al 31 dicembre 2017, un protagonista assoluto della storia dell’arte, Andy Warhol, e uno dei suoi talenti emergenti, Simone D’Auria, si ritrovano a Firenze nel nuovo capitolo del progetto urbanistico-culturale ideato dalla Lungarno Collection.

ANDY WARHOL ‘FOREVER’ – SIMONE D’AURIA ‘FREEDOM unisce le opere iconiche del maestro della Pop art americana e l’installazione Freedom, che vede protagoniste le scocche della Vespa, rivisitate dal geniale artista milanese, creeranno un suggestivo percorso tra l’interno del Gallery Hotel Art e la facciata dell’albergo fiorentino.

Andy Warhol D'Auria Firenze

La mostra Andy Warhol Forever presenta sedici lavori tra le sue più iconiche produzioni, tutte provenienti dalla Fondazione Rosini Gutman. Un excursus che ripercorre l’avventura dell’artista che è riuscito a scuotere dalle fondamenta il mondo accademico della pittura e della critica del secondo Novecento, ma anche a modificare per sempre l’immagine dell’America e della società contemporanea.

Il filo rosso della Pop Art che lega Simone D’Auria e Andy Warhol

Dai grandi ritratti di Marilyn Monroe alle celebri lattine della Campbell’s soup, il filo rosso della Pop Art lega la rassegna di Warhol con l’inedita installazione Freedom pensata da Simone D’Auria per la nuova edizione del progetto della Lungarno Collection.

Andy Warhol D'Auria Firenze

D’Auria, direttore artistico dell’operazione, ha individuato in Vespa, icona universalmente riconosciuta del Made in Italy, uno straordinario strumento di comunicazione che, in questa occasione, si riveste delle immagini rappresentative di diversi angoli del nostro pianeta.

Istallazione è composta da una serie di 12 Vespa ancorate alla facciata dell’hotel fiorentino. Ciascuna, di cui D’Auria utilizza la sola scocca, colorata e decorata con la particolare tecnica del Water Transfer Printing, rendendo la natura la vera protagonista della scena.

Opere che raccontano della bellezza della natura

Andy Warhol D'Auria Firenze

L’opera di D’Auria sarà portavoce della bellezza della natura. Ogni scocca, infatti, porterà su di sé e con sé, un particolare habitat, sia esso il deserto, la foresta, l’oceano, le montagne e le colline, il cielo con le nuvole.

Quella di D’Auria si presenta come un’installazione colorata, dotata di una forte idea di libertà e che grazie alla forza comunicativa di un brand, immediatamente riconoscibile, come Vespa permetterà al visitatore di immergersi in un’atmosfera Pop.

Leggi anche: UP THE DUFF: a Milano un dialogo tra sculture architettoniche e paesaggi urbani

 

correlati

Al via la prima edizione di Roma Jewelry Week

Apre ufficialmente il bando per la prima edizione di Roma Jewelry Week. L’evento si propone di valorizzare il gioiello contemporaneo, d’autore, d’artista e realtà...

David Michelangelo: 10 cosa da sapere

Il David di Michelangelo non è solo un'opera o una scultura, ma è molto di più. E' un simbolo che rappresenta Firenze e tutta...

Tina Modotti e Robot, il Mudec di riparte da due mostre

Il Mudec, Museo delle Culture di Milano riapre ai visitatori il 1 maggio con due mostre Tina Modotti. Donne, Messico e Libertà e Robot. The...

I consigli di Marc Mességué per potenziare il buon umore

Il Park Hotel ai Cappuccini di Gubbio si è sempre distinto, sin dalla fondazione, per l’importanza attribuita alla rigenerazione di corpo e anima, rispettando lo spirito dell’antico convento...