A Roma la prima mostra sulla storia dei Pink Floyd

Pubblicità
Pubblicità

Retrospettiva epocale a 50 anni dalla nascita di uno dei gruppi musicali più innovativi e influenti della storia, arriva a Roma, acclamata dalla critica e in esclusiva per l’Italia, la mostra The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains

L’esposizione, al MACRO Museo d’Arte Contemporanea di Roma dal 19 gennaio al 1 luglio 2018, approda in Italia dopo l’enorme successo del debutto di qualche mese fa al Victoria and Albert Museum di Londra, che ha visto la partecipazione di più di 400.000 persone.

The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains: una visione inedita ed esclusiva del mondo del gruppo inglese

Ideata da Storm Thorgerson e sviluppata da Aubrey ‘Po’ Powell di Hipgnosis, che ha lavorato in stretta collaborazione con Nick Mason (consulente della mostra per conto dei Pink Floyd), The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains è un viaggio audiovisivo nei 50 anni di carriera di uno dei più leggendari gruppi rock della storia e offre una visione inedita ed esclusiva del mondo dei Pink Floyd.

La mostra ripercorre il ruolo della band nel cruciale passaggio culturale dagli anni sessanta in poi. Grazie al suo approccio sperimentale, che rese il gruppo inglese esponente di spicco del movimento psichedelico che cambiò per sempre l’idea della musica in quegli anni, la band venne riconosciuta come uno dei fenomeni più importanti della scena musicale contemporanea.

Ideatori di un mondo fatto di immagini, alcune delle quali hanno segnato per sempre l’immaginario della cultura pop (come le mucche al prisma di The Dark Side of the Moon, il maiale rosa sopra la Battersea Power Station e i “Marching Hammers”) il gruppo inglese si racconta con oltre 350 oggetti.  Frammenti della loro vita, mai visti prima, che rappresentano i diversi momenti della storia del gruppo, a partire dalla gigantesca ricostruzione del furgone Bedford che usavano per i tour a metà degli anni sessanta.

Leggi anche: Citazioni pratiche. Le incursioni di Fornasetti a Palazzo Altemps

correlati

Frasi sulla solitudine: d’amore, in inglese, interiore

C'è chi ne ha bisogno ogni giorno e chi invece non vorrebbe mai stare da solo. La solitudine è un tema solitamente molto triste...

Biennale di Belgrado 2021, The Dreamers: 4 giugno al 22 agosto

Fondato dalla città di Belgrado nel 1960, con il sostegno del Ministero della Cultura e dell’Informazione della Repubblica di Serbia, l’October Salon | Biennale...

to the everyday miracle, personale di Corita Kent a Milano

La galleria kaufmann repetto presenta to the everyday miracle personale di Corita Kent (1918, Fort Dodge - 1986, Boston). Sviluppata in collaborazione con il Corita Art Center...

Who the Bær, personale di Simon Fujiwara a Fondazione Prada

Fondazione Prada posticipa, a data da destinarsi, l'apertura al pubblico della mostra Who the Bær di Simon Fujiwara, prevista per martedì 2 marzo 2021...