Chanel sostiene il progetto di restauro del Grand Palais, simbolo dell’innovazione architettonica di Parigi

Pubblicità
Pubblicità

Chanel rinnova il suo impegno per un’iniziativa presa dalla sua fondatrice Gabrielle Chanel: sostenere la statura culturale e artistica di Parigi. Rafforzerà quindi il suo impegno alla città attraverso una sponsorizzazione nuova, esclusiva e storica. La Maison contribuirà con 25 milioni di euro al restauro e alla ristrutturazione del Grand Palais, simbolo dell’innovazione architettonica della Ville Lumière sin dalla sua creazione.

Costruito per l’Esposizione Universale del 1900, il Grand Palais è uno dei monumenti storici più belli d’Europa, nonché un sito che è stato strettamente collegato con Chanel per molti anni. Dal 2005, è stata la cornice degli straordinari decori creati dal direttore artistico della Maison Karl Lagerfeld per gli spettacoli di prêt-à-porter e Haute Couture.

La Nave ha accolto sculture monumentali della giacca e del leone di Chanel che tanto amava Gabrielle Chanel, così come un gigantesco mappamondo, sculture di ghiaccio sotto forma di un iceberg, turbine eoliche, cascate, una casa in legno e, in un sorprendente omaggio a Parigi, un modello della Torre Eiffel. L’audacia creativa sconfinata di Karl Lagerfeld ha visto anche questo luogo simbolico trasformarsi in un classico anfiteatro greco nel cuore di una vera foresta, un teatro devastato, un centro commerciale, una scena di strada parigina per una marcia femminile, un aeroporto, una brasserie parigina, un giardino alla francese e un boschetto ispirato a Versailles, e persino un trampolino di lancio per una nave spaziale che si sollevava sotto il tetto di vetro a cupola. Ogni impresa è nata dall’inesauribile fantasia del designer.

“Chanel e il Grand Palais hanno sviluppato uno stretto legame, che è stato avviato da Karl Lagerfeld nel 2005. Per CHANEL, il Grand Palais, e in particolare la sua eccezionale navata dove si svolgono le nostre sfilate di moda, è molto più di un semplice monumento nel cuore di Parigi. La sua straordinaria architettura la rende una vera fonte di ispirazione e creazione per Karl Lagerfeld. Questa istituzione parigina ha una vocazione universale, e siamo orgogliosi e felici di accompagnare il Grand Palais e il suo Presidente, Sylvie Hubac, in un ambizioso restauro nonché di ristrutturazione”, ha dichiarato Bruno Pavlovsky, Fashion Chairman di Chanel.

Il progetto di ristrutturazione dovrebbe iniziare nel dicembre 2020 e culminare nel 2024, con una parziale riapertura nel 2023.

www.chanel.com

correlati

INSÌUM lancia il trattamento mirato per collo e mento

Prendersi cura in maniera mirata ed efficace dell’area delicata e cedevole del collo e mento, oggi è possibile con l’ultima nata dei Laboratori INSÌUM: la Crema Riparatrice...

Aria di primavera con la cucina Beluga di Rastelli

Delicata, luminosa, quasi romantica, questa composizione di Beluga sembra ispirata alla primavera. Disegnata da Ferruccio Laviani per Rastelli, la cucina si distingue per lo stile sobrio ed armonioso dei...

La lampada Tulip nella nuova versione a sospensione

Il designer francese Pierre Cabrera amplia la famiglia di lampade Tulip, con un nuovo e straordinario modello a sospensione. Ispirata alla grazia e alla bellezza del fiore...

SpaLoft, la minipiscina di Kinedo

SpaLoft è la minipiscina da interni ed esterni di Kinedo progettata all’insegna del benessere e del piacere. La soluzione ideale per tutti coloro che hanno sempre desiderato...