Home Life Tatuaggi sotto il seno: idee, consigli e info utili

Tatuaggi sotto il seno: idee, consigli e info utili

304
Photo by Scott Goodwill on Unsplash
 

I trend per i tatuaggi spuntano numerosi come i funghi nei boschi. C’è sempre qualche nuova moda da seguire che influenza lo stile, il design, le dimensioni dei tattoo e soprattutto la zona da tatuare. Ormai le persone si fanno tatuare qualsiasi zona del corpo, dalla cuoio capelluto ai talloni, dall’interno della bocca all’inguine. Eppure tra le donne, da qualche tempo spopolano i tatuaggi sotto il seno.

Scopriamo quindi qualcosa in più su questi nuovi sexy tattoo, sui soggetti preferiti dalle donne e sulle misure di sicurezza da seguire prima e dopo la tatuatura.

Tatuaggi sotto il seno: stili e design di tendenza

La moda degli underboob tattoo pare sia nata grazie alla famosa popstare Rihanna. La cantante è stata, infatti, una delle prime celebrità a mostrare il suo tatuaggio sotto il seno. Si tratta della rappresentazione della dea Iside alata, un disegno che ci rimanda alla cultura degli antichi egizi. Questo simbolo era spesso rappresentato sui sarcofagi e nei disegni Iside accompagnava l’anima dei defunti nell’aldilà. Questo simbolo ha una forte carica spirituale e pare che Rihanna abbia scelto proprio la dea Iside per onorare la memoria di sua nonna, dopo la sua morte.

Ma se Rihanna è stata la prima, la cantante ha fatto da apripista a molte delle sue colleghe. Sui social sono spuntate infatti molte altre foto di celebrità con tatuaggi sotto il seno dai design più disparati. Anche cantanti come Lady Gaga e Miley Cyrus si sono ‘arrese’ a questa moda dilagante. Gaga ha optato per una semplice parola, ‘Monster’ (in inglese ‘mostro’), mentre Miley per la scritta ‘just breathe’ (in inglese ‘respira’).

Moltre altre star hanno scelto questa tipologia di tatuaggio preferendo però un design molto più complesso. L’attrice e sceneggiatrice Lena Dunham, ad esempio, ha optato per un intricatissimo tattoo indiano con motivi arzigogolati pieno di perle e pietre preziose.

I design più di moda, infatti, tra le donne sono principalmente ispirati al mondo dei tatuaggi indiani e dei tatuaggi orientali. Questi tattoo solitamente sono di dimensioni considerevoli e dal seno spesso scendono verso l’addome o si sviluppano lateralmente verso il fianco. Per le donne dallo stile più minimal, i tatuaggi sotto il seno frasi e i piccoli disegni o simboli monocromatici, sono la scelta migliore.

Tatuaggi sotto il seno fanno male? Consigli post tatuaggio

Photo by Evan Dvorkin on Unsplash

Una delle domande che le donne spesso fanno ai tatuatori è relativa al dolore dei tatuaggi sotto il seno. Ovviamente la percezione del dolore è personale quindi non c’è una risposta universale che metta d’accordo tutti. Se si ha una soglia del dolore molto elevata, questa tipologia di tatuaggio può essere sopportabile. Ma se siete tra coloro che svengono per delle semplici analisi del sangue, beh, le cose si complicano.

L’intensità del dolore, oltre a variare da persona a persona, varia anche a seconda della zona da tatuare. Non è un mistero, infatti, che ci siano zone del corpo più sensibili di altre. Purtroppo, la zona del costato è proprio una delle più dolorose. Questo perchè la pelle in questa zona è molto più sottile e ci sono un gran numero di terminazioni nervose. Inoltre, generalmente, lo strato adiposo è molto più sottile in questo punto; il grasso quindi non riesce a fare da cuscinetto e a proteggervi completamente dalle vibrazioni degli aghi della macchinetta del tatuatore.

Tuttavia non c’è da disperarsi. Al giorno d’oggi, infatti, molti tatuatuatori, prima dell’inizio della procedura, applicano sulla zona da tatuare una crema anestetizzante. Questi prodotti sono a base di lidocaina e servono ad addormentare, almeno in parte, la zona. In questo modo il dolore sarà molto meno intenso e in alcuni casi potreste non avvertire alcun fastidio.

Un’altra cosa da mettere in conto prima di decidere di optare per un tatuaggio sotto al seno è la tempistica di guarigione. Questa zona nelle donne è molto delicata ed è anche sottoposta a maggior ‘stress’. A causa del reggiseno, la pelle sfrega in continuazione contro cotone, pizzi e merletti che possono spesso causare irritazione. Inoltre, le donne più prosperose, tengono a sudare in quel punto, principalmente nei mesi più caldi.

Leggi anche: Tatuaggi Disney: cartoni, personaggi e principesse

Tutti questi sono fattori da considerare prima della decisione finale. Se volete che il tatuaggio guarisca presto e senza intoppi, dovrete adottare alcune precauzioni. Innanzitutto, realizzate il tatuaggio durante i mesi più freschi dell’anno; non dovete necessariamente scegliere l’inverno ma evitate l’estate. Questo perché il sudore e l’esposizione al sole potrebbero causare irritazione.

Dopo aver effettuato il tatuaggio, evitate di indossare il reggiseno almeno per qualche giorno. Per la prima settimana sono assolutamente banditi i reggiseno con il ferretto poiché essi creano maggiore attrito con la pelle e potrebbero irritarvi e non poco. Se proprio non potete fare a meno del reggiseno, optate per le bralette lisce e senza merletti oppure per i reggiseni sportivi. Questi modelli vi daranno un po’ di sostegno senza fastidi aggiuntivi.