We Love Art: al via il progetto di Farnesina e Fondazione CDP

L’iniziativa ha previsto la realizzazione di otto opere ispirate a otto fra le principali società partecipate dal Gruppo CDP Il tour internazionale farà tappa nelle città di Seoul, Chongqing, New York, Città del Messico, Il Cairo e Berlino

Pubblicità
- pubblicità -

Prende il via oggi da Seul il tour internazionale del progetto We Love Art, con l’esposizione delle otto opere che altrettanti giovani artisti italiani hanno realizzato ispirandosi a otto delle principali aziende partecipate dal Gruppo Cassa Depositi e Prestiti (CDP). “We Love Art. Vision and Creativity Made in Italy” è un progetto di mecenatismo culturale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) e della Fondazione CDP per sostenere e favorire la realizzazione di opere d’arte da parte di otto riconosciuti artisti italiani under 35, attraverso l’incontro con otto primarie aziende italiane.

- Pubblicità -
 

Il progetto si ispira alla mostra “Sculture nella città”, tenutasi a Spoleto nel 1962 e costituita dalle opere in metallo realizzate nelle officine dell’Italsider da un gruppo di artisti internazionali. Seguendo la medesima suggestione, i curatori di We Love Art hanno invitato otto artisti italiani delle ultime generazioni a realizzare un’opera ispirata ai processi produttivi e concettuali di altrettante importanti aziende italiane.

We Love Art è un progetto curato dal critico d’arte Ludovico Pratesi insieme all’artista e curatore Marco Bassan che intende rappresentare una nuova forma di mecenatismo, realizzato in sinergia tra pubblico e privato, con l’obiettivo di sviluppare il dialogo e la collaborazione tra creatività artistica e produzione industriale, al fine di raccontare l’impresa italiana all’estero attraverso le opere di artisti emergenti.

- Pubblicità -

Le imprese e gli artisti coinvolti nell’iniziativa sono: per Ansaldo Energia, Namsal Siedlecki; per CDP Immobiliare, Amedeo Polazzo; per ENI Tomaso de Luca; per Open Fiber, Benni Bosetto; per Snam, Alice Ronchi; per Terna, Giulia Cenci; per TIM, Giulio Saverio Rossi e per Webuild, Lulú Nuti.

Le otto opere realizzate con il contributo di Fondazione CDP hanno dato vita ad una mostra collettiva che viene inaugurata nella giornata odierna a Seoul, in Corea del Sud. L’itinerario espositivo internazionale, realizzato grazie al sostegno e alla collaborazione di Ambasciate, Consolati e Istituti Italiani di Cultura, proseguirà a Chongqing, in Cina, dove We Love Art aprirà i battenti il 10 dicembre 2021, per poi continuare nelle città di New York, Città del Messico, Il Cairo e concludersi a giugno 2022 a Berlino.

Ulteriori informazioni sul progetto e sulla mostra, con le interviste video agli artisti sono a disposizione sul portale “italiana. lingua cultura creatività” della Farnesina (https://italiana.esteri.it/italiana/).

- Pubblicità -
Pubblicità