Enzo Isaia, a Torino 60 fotografie raccontano gli anni ’60

Pubblicità
- pubblicità -

Ersel presenta a Torino, dall’11 marzo al 15 aprile, Enzo Isaia. 60 Fotografie degli anni ’60. Una serie di scatti inediti che raccontano l’atmosfera e i dettagli dei momenti di vita quotidiana dell’Italia in quegli anni.

- Pubblicità -
 

Fotografo noto e apprezzato da oltre 50 anni, nato a Pordenone ma torinese d’adozione, l’artista ripercorre così gli esordi della sua passione di autodidatta per la fotografia; passione che inaspettatamente è poi diventata la sua carriera.

Enzo Isaia mostra ersel torino
© Enzo Isaia | Enzo Isaia, Crossing

La rinascita del boom economico raccontata con dettagli semplici, attimi fugaci ed espressioni accennate catturate dall’obiettivo di Enzo Isaia

Le 60 opere esposte nella mostra, con la suggestione del bianco e nero e di una grana antica, trasportano il visitatore per le strade del nostro paese, nei vicoli, davanti alle botteghe o alle chiese. L’obiettivo di Isaia si posa su dettagli semplici, attimi fugaci o espressioni colte in quell’unico istante in cui comunicheranno per sempre il loro messaggio.

- Pubblicità -

È così che il giovane Enzo Isaia, girando in Italia discretamente con le sue prime macchine analogiche, diventa oggi testimone di un paese che stava dimenticando la guerra e che, sulle note di Canzonissima, iniziava la rinascita del boom economico. Intravediamo l’ippodromo di Vinovo, dove un pubblico benestante seguiva le corse; Roma, dove un’assorta turista leggeva, osservata dalla statua di Paolina Borghese; Piazza Armerina, dove alcuni sacerdoti osservavano con attenzione i mosaici che rappresentano i primi bikini della storia.

“… la fotografia in bianco e nero sia affine alla radio, che come quest’ultima renda la quotidianità degna di riflessione, fotogramma da assaporare facendo volare la fantasia”

Enzo Isaia mostra ersel torino
© Enzo Isaia | Enzo Isaia, Cestinato

Ogni scatto unisce alla tenerezza un po’ malinconica del ricordare, ma anche la sensibilità del saper prevedere e cogliere il momento in cui la messa a fuoco deve essere perfetta, pur senza l’ausilio degli automatismi che conosciamo ora. Nelle fotografie esposte si incontrano bambini che giocano per i vicoli trasformando cartoni in case o bolidi immaginari; signore eleganti con i loro cappellini alla moda; anziani addormentati sulle panchine che raccontano i loro anni in silenzio. Persone che lavorano, pregano, vivono la loro vita inconsapevoli di  aver incontrato l’obiettivo Enzo Isaia.

Innamorato della vita, infatti, Isaia è stato capace di scelte ponderate ed importanti nei suoi scatti; la semplicità e l’ironia che traspaiono dal suo lavoro hanno da sempre fatto apprezzare l’originalità e la capacità di comprendere quegli anni.

Leggi anche: GUIA BESANA, CARRY ON LA PERSONALE A STILL FOTOGRAFIA

- Pubblicità -
Pubblicità