Cosa vedere a Torino

Pubblicità
- pubblicità -

Il Piemonte è ricco di fascino come moltissime altre regioni italiane. Spesso però viene preso in considerazione solo per una gita sulle sponde del bellissimo Lago di Como, per le sue montagne così vicine alle città e, ovviamente, per gli ottimi sapori della tavola specie nella zona delle Langhe. In realtà anche le città hanno tantissimo da offrire. Nel capoluogo piemontese, per esempio, sono tantissime le attrazioni che meritano una visita. Ecco quindi una piccola guida su cosa vedere a Torino, anche in un giorno solo!

La Mole Antonelliana

- Pubblicità -

Partiamo dunque il nostra tour “Cosa vedere a Torino” da lei, il simbolo della città. Stiamo parlando della Mole Antonelliana. La sua particolare forma che si sviluppa in altezza toccando i 167,5 metri la rendono uno degli edifici più alti d’Italia nonché la costruzione in muratura più alta d’Europa. Il nome, invece, deriva da Alessandro Antonelli, l’architetto che la progettò.

Oggi al suo interno si trova la sede del Museo Nazionale del Cinema, di cui parleremo tra poco, e il bellissimo ascensore panoramico che vi porterà a 85 metri d’altezza per ammirare tutta Torino.

Il Museo del Cinema

Se volete vedere qualcosa di davvero particolare a Torino beh, allora il Museo del Cinema è una tappa imperdibile. Inaugurato nel 2000 venne poi ampliato nel 2006 in occasione dei Giochi Olimpici Invernali di Torino. Da allora nacquero le aree dedicate al Western ai musical e ai film di fantascienza. Insomma, una volta entrati al Museo del Cinema di Torino, preparatevi a scoprire, divertendovi, tutti i segreti della settima arte. Un museo che saprà farsi amare anche dai più piccoli di casa!

Il Museo Egizio

cosa vedere a torino
Foto di antonio filigno da Pexels
- Pubblicità -

All’interno dei seicentesco Palazzo dell’Accademia delle Scienze, invece, si trova il più importante museo egizio non solo d’Italia ma anche del resto del mondo fatta eccezione, naturalmente, per quello de Il Cairo. All’interno del Museo delle Antichità Egizie di Torino si potranno ammirare oltre 6.500 reperti, sarcofaghi, statue, mummie, gioielli, amuleti e papiri. Un tesoro davvero immenso per aiutare a comprendere più da vicino la cultura egizia. Insomma una vera chicca per gli amanti della storia!

La Cappella della Sindone

Realizzata da Guarino Guarini, la Cappella della Sindone è un vero e proprio gioiello talmente bello da essere stato inserito tra i patrimoni UNESCO già dal 1997. Riaperta da poco, nel 2018, dopo ben 28 anni di restauro a causa di un incendio che la distrusse, è oggi nuovamente visibile a tutti. Dalla riapertura del 2018 la Cappella fa parte dei percorso dei Musei Reali di Torino.

Furono diversi i nomi che contribuirono alla sua progettazione ma il vero colpo di genio arrivò da Guarini che studiò la cupola per ottenere un effetto di slancio verso l’alto ma alleggerendola. A renderla unica sono anche il marmo nero venato di grigio, le statue, i giochi di luce e la fitta trama di segni e capitelli bronzei.

Musei Reali

Tra le attrazioni più importanti di Torino vi sono i Musei Reali. Su una superficie di oltre 3.000 metri nel cuore della città si potrà fare un salto in dietro nel tempo alla scoperta della storia di Torino, del Belpaese e perché no, del mondo intero. Una volta entrati, ecco cosa potrete ammirare:

  • L’Armeria Reale;
  • La Biblioteca Reale;
  • Il Palazzo Reale;
  • La Galleria Sabauda;
  • Il Museo Archeologico
  • I Giardini Reali;
  • La Sala Chiablese.

Il Borgo Medievale

Tra le tante aree verdi di Torino ve n’è una che più delle altre si contraddistingue. Stiamo parlando del bellissimo parco del Valentino. Al suo interno, oltre che ampie aree verdi troverete numerose statue e fontane, tra cui la meravigliosa Fontana 12 mesi. Ma se vi addentrerete proprio nel cuore del parco, a un certo punto, vi troverete davanti la fedele riproduzione di un antico villaggio del XV secolo chiamato appunto Borgo Medievale del Valentino. All’interno del Borgo troverete diverse botteghe dove poter acquistare alcuni prodotti tipici: la bottega del ferro battuto, la stamperia, la bottega di prodotti del paniere, la strada reale dei vini torinesi.

Piazza San Carlo

Sebbene siano molte le piazze di Torino, una più bella dell’altra, quella che sicuramente si differenzia di più è piazza san Carlo, soprannominata, non a caso, anche il Salotto di Torino. A pianta rettangolare, la piazza ospita numerosi siti di interesse, la statua equestre di Emanuele Filiberto e le due chiese gemelle.

Piazza Castello

Seconda piazza più importante della città, piazza Castello ospita alcuni dei più importanti monumenti della città dal Palazzo Reale al Teatro Regio, da palazzo Madama fino alla Chiesa di San Lorenzo.

Le Gallerie Coperte di Torino

Anche Torino, un po’ come Milano, offre tantissimi salotti, meglio noti come le Gallerie Coperte. Si tratta di piccoli luoghi di passaggio che un tempo univano i palazzi. oggi sono normali accessi per spostarsi da una parte all’altra della città ma hanno mantenuto il loro fascino grazie anche alle vetrate che lasciano sempre passare la luce del sole. A Torino le Gallerie Coperte sono tre: Galleria Subalpina, la Galleria Umberto I e la Galleria San Federico. Al loro interno potrete trovare alcuni indirizzi storici, primo fra tutti Baratti&Milano.

- Pubblicità -
Pubblicità