Home Tech SAMSUNG Galaxy S8: una prova di forza per riscattarsi

SAMSUNG Galaxy S8: una prova di forza per riscattarsi

192
Samsung Galaxy S8
 

L’aria che si respira al “Samsung District” di Milano è colma di una tensione positiva. Da subito non sembra un classico evento di lancio a cui, ormai annualmente, ci hanno abituati questi colossi dell’elettronica. Alle 17.00 parte il collegamento con il New York City’s Lincoln Center, sede principale di questo evento, che a sua volta è connessa al Queen Elizabeth Olympic Park di Londra e via via circolarmente a tutte le altre sedi mondiali Samsung con l’obiettivo di catalizzare e comunicare un’immensa voglia di riscatto.

Questo desiderio non è solo una nostra percezione, ma viene subito esplicitato da DJ Koh, Presidente Mobile Communications Business di Samsung Electronic che lancia il suo messaggio alla platea e a tutti i potenziali clienti ma, in realtà, il vero obiettivo sembra esser la concorrenza. Le sue parole sono pacate ed eleganti ma il concetto è chiaro: Samsung ha commesso degli errori ma da questi errori ha imparato e, come l’Araba Fenice, il nuovo Samsung Galaxy S8 rinasce dalle ceneri dallo sfortunato Galaxy Note7, ma risorge più forte e competitivo che mai.

E’ solo l’inizio della presentazione degli attesi due nuovi telefoni Samsung Galaxy S8 e S8+, rispettivamente con schermi in vetro da 5.8” e 6.2”, senza cornice né tasti fisici che così permettono di ottenere una “screen-to-body ratio” dell’83% dandoci l’impressione di tenere in mano un telefono fatto di solo schermo e forse per questo definiti da Samsung stessa “Infinity Display”. Per ottenere questo risultato è stato eliminato anche il tasto fisico Home, sostituito da un sensore sullo schermo sensibile alla pressione che ci eviterà di passare inavvertitamente alla schermata Home se dovessimo sfiorarlo durante altre attività. A questo si aggiungono nuove soluzioni di sicurezza pensate principalmente per le aziende, quali la scansione dell’iride ed il riconoscimento facciale, tramite le quali sarà possibile sbloccare istantaneamente l’S8 e tenere sempre al sicuro tutti i dati contenuti nei nostri telefoni.


Da non dimenticare la Certificazione IP68 simbolo di resistenza ad acqua e polvere. Ovviamente il processore interno non è da meno, entrambi i modelli montano il nuovo e potentissimo Qualcomm Snapdragon 835 supportato da 4GB di RAM, ma soprattutto da batterie di 3,000 mAh per l’S8 e 3,500 mAh per S8+. E’ appunto sul tasto dolente della batteria che il Presidente DJ Koh si sofferma a sottolineare che mai come in questa circostanza il lavoro di stress test delle nuove batterie ha superato ogni precedente processo di qualità Samsung.

 

Vi ricordiamo che Galaxy S8 e Galaxy S8+ saranno disponibili in Europa dal 28 aprile rispettivamente a partire da 829€ e 929€. Chi vorrà potrà prenotarlo dal 29 marzo al 18 aprile per riceverlo fino a 8 giorni prima del lancio ufficiale in Italia.

Caratteristiche tecniche del Samsung Galaxy S8 

  Galaxy S8 Galaxy S8+
OS Android 7.0 Nougat
Connettività LTE Cat. 16*
Dimensioni 148.9 x 68.1 x 8.0 mm, 155g 159.5 x 73.4 x 8.1 mm, 173g
AP Octa core (2.3GHz Quad + 1.7GHz Quad), 64 bit, processore da 10 nm
Memory 4GB RAM (LPDDR4), 64GB (UFS 2.1)
Display 5.8” QHD+ Super AMOLED

(2960×1440), (570ppi)

6.2” QHD+ Super AMOLED

(2960×1440), (529ppi)

1 Screen measured diagonally as a full rectangle without accounting for the rounded corners
Camera Post: Dual Pixel 12MP OIS (F1.7), Front: 8MP AF (F1.7)
Batteria 3,000 mAh 3,500 mAh
Ricarica rapida e Ricarica wireless

Ricarica wireless compatibile con standard WPC and PMA

Connettività Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac (2.4/5GHz), VHT80 MU-MIMO, 1024QAM

Bluetooth® v 5.0 (LE up to 2Mbps), ANT+, USB Type-C, NFC,

GPS, (Galileo*, Glonass, BeiDou*)

*la disponibilità di Galileo e Beidou può variare in base ai paesi

Sensori Accelerometro, Barometro, Sensore di impronte digitali, Giroscopio,

Sensore geomagnetico, Sensore magnetico, Sensore battito cardiaco, Sensore di prossimità,Sensore di luminosità RGB, Scansione dell’iride, Sensore di pressione.

Audio MP3, M4A, 3GA, AAC, OGG, OGA, WAV, WMA, AMR, AWB,

FLAC, MID, MIDI, XMF, MXMF, IMY, RTTTL, RTX, OTA, DSF, DFF

Video MP4, M4V, 3GP, 3G2, WMV, ASF, AVI, FLV, MKV, WEBM