Santiago Sierra in mostra al PAC di Milano con MEA CULPA

Pubblicità
Pubblicità

Il PAC (Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano) ospita fino al 4 giugno 2017 “MEA CULPA”, la prima grande antologica in Italia dedicata all’artista concettuale Santiago Sierra.

Nato nel 1966 a Madrid, l’artista spagnolo da quasi trent’anni sviluppa il suo lavoro  sul terreno impervio della critica alle condizioni sociopolitiche della contemporaneità.

Quella Santiago Sierra è una continua denuncia delle ingiustizie che affliggono il mondo, dallo sfruttamento dell’uomo e della natura fino alla discriminazione e alla disuguaglianza. Nelle sue opere trasporta la cupa verità del nostro tempo e per questo Sierra è spesso stigmatizzato per le sue performance intense ed ambigue.

Eppure il loro linguaggio visivo, il simbolismo complesso ed energico, il loro essere calate nella realtà delle persone conferisce loro un raro impatto emozionale.

Santiago Sierra e le sue performances di denuncia al PAC

In mostra sono presenti riproduzioni fotografiche e video dei suoi lavori, come “250 cm Tattooed on 6 remunerate people”   “Line of 160 cm tattooed on 4 people”. Due performances nelle quali ha ingaggiato persone che vivono precariamente, pagandole perché si facessero tatuare una linea sulla schiena ed esponendole quindi a dorso nudo.

Santiago Sierra PAC
250 cm tattooed on 6 remunerated people

“Black flag” è invece il titolo di una sua installazione del 2015: una bandiera nera fatta piantare tra i ghiacci del Polo Sud per esprimere la sua protesta contro le mire di sfruttamento di quel territorio.

Un “NO” scritto e caratteri cubitali indica la negazione di Sierra nei confronti di diversi avvenimenti e persone, tra le quali pone anche il Papa. È infatti esposto un montaggio fotografico in cui il grande NO figura sullo sfondo di una cerimonia col Pontefice.

Dal lavoro dell’artista spagnolo emerge anche una sorta di autocritica espressa dal titolo di questa stessa mostra ‘Mea culpa’, ritenendo quindi che anche una denuncia può creare una qualche ambiguità.

Santiago Sierra PAC
Black Flag

Con la mostra di Santiago Sierra il PAC attiva la prima delle quattro linee di racconto sulle quali si muoverà il suo palinsesto annuale.

Orari:
mercoledì, venerdì, sabato e domenica: 9:30-19:30                                                 martedì e giovedì: 9:30-22:30

Ingresso:
Biglietto intero: 8€
Biglietto ridotto: 6,50€ / 4€

Leggi anche: L’istallazione INFECTION di Pamela Rosenkranz invade la Cisterna di Fondazione Prada

correlati

Frasi Fabio Volo: le più belle dai tratte dai suoi libri

Uno degli scrittori e non solo più amati e letti dei nostri tempi, Fabio Volo si distingue per le sue belle citazioni d'amore e...

Who the Bær, personale di Simon Fujiwara a Fondazione Prada

Fondazione Prada posticipa, a data da destinarsi, l'apertura al pubblico della mostra Who the Bær di Simon Fujiwara, prevista per martedì 2 marzo 2021...

Io dico Io – I say I la mostra tutta al femminile alla Galleria Nazionale

Dal 1 marzo al 23 maggio la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma  ospita Io dico Io – I say I a cura di...

Art.Live! due appuntamenti con la mostra Le Signore dell’Arte a Milano

Sull'onda del grande successo ottenuto con la mostra Monet e gli Impressionisti a Bologna, Arthemisia raddoppia l'appuntamento Art.Live! spostandosi a Milano alla scoperta delle grandi artiste protagoniste della mostra Le Signore...