Michelangelo, Bronzino e Vasari per la mostra sul Cinquecento a Firenze

Pubblicità
Pubblicità

Dal 21 settembre al 21 gennaio Firenze torna ad ammirare i grandi maestri che la abitarono nel XVI secolo con la mostra  Il Cinquecento a Firenze. 

Una straordinaria mostra, a Palazzo Strozzi, dedicata all’arte del secondo Cinquecento a Firenze che mette in dialogo opere di artisti come Michelangelo, Andrea del Sarto, Rosso Fiorentino, Pontormo, Bronzino, Giorgio Vasari, Santi di Tito, Giambologna.

Cinquecento a Firenze Palazzo Strozzi
Deposizione Pontormo (Jacopo Carucci; Pontorme, Empoli 1494-Firenze 1557) 1525-1528, tempera su tavola, cm 313 x 192. Firenze, Chiesa di Santa Felicita.

Il Cinquecento a Firenze: tra Sacro, Profano “Maniera” e Controriforma

La rassegna celebra una eccezionale epoca culturale e di estro intellettuale, la seconda metà del Cinquecento a Firenze, in un confronto serrato tra “maniera moderna” e controriforma, tra sacro e profano: una stagione unica per la storia dell’arte a Firenze, segnata dal concilio di Trento e dalla figura di Francesco I de’ Medici, uno dei più geniali rappresentanti del mecenatismo di corte in Europa.

La mostra comprende oltre settanta opere tra dipinti e sculture, espressione della fiorente produzione artistica fiorentina dell’epoca. Un percorso cronologico e tematico , nei saloni di Palazzo Strozzi, dove si troveranno a  dialogare opere sacre e profane dei grandi maestri del secolo come Michelangelo, Pontormo e Rosso Fiorentino, ma anche di pittori quali Giorgio Vasari, Jacopo Zucchi, Giovanni Stradano, Girolamo Macchietti, Mirabello Cavalori e Santi di Tito e scultori come Giambologna, Bartolomeo Ammannati e Vincenzo Danti. 

Artisti capaci di giocare su più registri espressivi mediando la propria formazione, avvenuta sui grandi maestri d’inizio secolo, con le istanze di un mondo che affrontava un complesso cambiamento verso l’età che sarebbe stata di Galileo Galilei, aperta a una nuova visione sia della natura sia dell’espressione artistica di respiro europeo.

Leggi anche: In mostra a Bologna l’Ercole e Dejanira di Guido Reni

correlati

Rotin, la nuova collezione di Ethimo

Dalla nuova collaborazione tra Ethimo e lo Studio Zanellato/Bortotto nasce Rotin, una collezione lounge dove forma, colore e sostanza si uniscono per raccontare un nuovo modo di pensare e vivere i...

Il regalo perfetto per ogni mamma con Pandora

Se sei alla ricerca del regalo perfetto per la festa della mamma, scegli dei gioielli classici Pandora perché dimostrano tutto il tuo affetto. In questa...

Caudalie presenta la nuova linea anti-macchie Vinoperfect

Mathilde Thomas (anima della maison Caudalie) e il suo team, sono sempre impegnati a migliorare la composizione delle formule Caudalie. E’ così che hanno messo a punto nuovi...

Pezzi: il primo l’EP di Ysè

Il 26 febbraio del 2021, è uscito l'EP “Pezzi”, della cantautrice emiliana Ysè. L’EP contiene sei brani (due sono cover re-intrepretate e ri-adattate con...