Home Life Canarie: curiosità, mappa, clima e tutto quello che bisogna sapere sulle isole

Canarie: curiosità, mappa, clima e tutto quello che bisogna sapere sulle isole

canarie

Le isole Canarie sono bellissime, affascinanti, e rappresentano l’ideale di un mondo diverso da quello quotidiano. Che sia una gettonatissima meta per le vacanze, o che rappresenti l’utopia di una nuova vita per chi decide di trasferirsi, le Isole Canarie sono sinonimo di paradiso. Ecco alcune cose che bisogna sapere sulle Canarie: dalle informazioni generali e consigli per le vacanze, informazione sul vivere e trasferirsi alle Canarie, la mappa e le isole, e il clima.

Isole Canarie

Le isole Canarie sono un tesoro di bellezze naturali: mare cristallino e spiagge bianche, scogliere, palme, paesaggi vulcanici e vallate. Si trovano nell’Oceano Atlantico, a fianco del continente africano e in corrispondenza delle vette di una catena montuosa vulcanica nell’oceano. Le Canarie sono parte del territorio spagnolo ma sono considerate territorio autonomo e hanno una legislazione speciale, che consente una tassazione più bassa di quella della Spagna continentale. Infatti, la facilitazione va a controbilanciare il fatto che l’economia delle isole necessiti di un grande supporto per potersi sviluppare, visto il proprio isolamento.

Vivere e trasferirsi alle Canarie

Sembra che sempre più italiani decidano di migrare alle Isole Canarie. Perché Quali sono i vantaggi e gli svantaggi? In generale, uno dei motivi che spinge le persone (non solo giovani, ma anche anziani) a trasferirsi alle Canarie sono il clima e il costo della vita che è, in generale, più basso che in italia. In media, con 1000 euro al mese si può condurre una buona vita, ma è necessario un salario fisso. In generale, gli affitti vanno dai 550 agli 800 euro mensili (comprensibi di bollette), e acquistare una casa costa in media 100.000 euro per un bilocale, fino a 300.000 euro circa per una villetta o una casa con 5 camere. La sanità è gratis per i primi tre mesi presentando la Tessera Sanitaria Europea, e dopo si può ricorrere ad un’assicurazione sanitaria privata, che costa dai 40 ai 70 euro al mese circa. Per entrare alle Canarie occorre, inoltre, solamente il Documento d’identità valido per l’espatrio. Dopo 3 mesi, è necessario richiedere il Número de Identificación de Extranjeros, una sorta di codice fiscale, presso la guardia civile o la polizia. Dopo 3 mesi, però, occorre richiedere il NIE Verde, che viene rilasciato se si ha un lavoro alle Canarie, un’attività alle Canarie, o almeno 6.000 euro sul conto corrente più un’assicurazione sanitaria. Alle Canarie si parla lo spagnolo, che è iportante sapere se si è in cerca di un lavoro sulle isole.

Gran Canaria

Gran Canaria è una delle isole più famose, è un posto molto vivo con un ambiente frizzante. Per quanto riguarda le vacanze, però, c’è da tenere a mente che è un po’ inflazionato proprio a causa della propria fama come meta dei viaggiatori. Inoltre, è una delle isole più popolate dell’arcipelago, ed è abbastanza grande da presentare climi e luoghi vari e caratteristici: perfetti per i turisti che vogliono un po’ lanciarsi all’avventura. Per chi decide di trasferisi a Gran Canaria, è importante informarsi sul clima delle varie parti di Gran Canaria: il vivere in un luogo secco o umido può fare la differenza. Per i turisti, Gran Canaria è perfetta per cominciare l’esplorazione dell’arcipelago, e fare una prima esperienza dell’atmosfera e della vita delle isole.

Canarie: mappa e isole

canarie

Le Canarie si trovano nell’Oceano Atlantico, a fianco del continente africano: in particolare, si trovano al largo delle coste del Marocco. Le isole maggiori o principali sono sette, e cioè Tenerife, Gran Canaria, Fuerteventura, Lanzarote, La Palma, La Gomera e El Hierro. Quelle più interessanti per un lungo soggiorno o per un trasferimento sono le prime quattro. Tenerife e Gran canaria sono le due isole che si spartisono il ruolo di capitale dell’arcipelago, e sono tra le più inflazionate. Fuerteventura è molto diersa, è una striscia di terra dall’aspetto abbastanza pianeggiante e brullo, ed è più ventosa delle altre (il che vuol dire che la pioggia se ne va, e che l’isola ha un sole da record). Lanzarote è un piccolo gioiello, arricchito dalle opere architettoniche di César Manrique, è la quarta isola dell’arcipelago per dimensioni ed è una località molto tranquilla.

Canarie: clima

Il clima delle Isole Canarie è quello di un paradiso: è eccezionalmente mite. Si trovano infatti nell’Atlantico, poco a nord del Tropico e a poca distanza dalle coste del Marocco, dove soffia una corrente marina fredda, e con venti costanti da nord-est. Le temperature di gennaio e febbraio sono attorno ai 18 gradi, mentre quelle estive si aggirano intorno ai 24 gradi. In genere, le temperature diurne più alte si registrano nelle isole orientali (ovvero Lanzarote e Fuerteventura).

Veniamo al sodo: cosa portare in valigia? Per l’inverno, portate vestiti leggeri per il giorno, maglione e giacca per la sera, e ricordatevi di munirvi di ombrello, che non guarda mai. Se avete intenzione di scalare il Teide, assicuratevi di avere piumino, berretto, guanti e scarpe da trekking. Per l’estate, portate vestiti estivi ma anche una felpa o una giacca leggera per le sere e i pomeriggi ventosi. Se andate a Lanzatore e Fuerteventura, è importante avere un foulard per il vento, che porta con sé la sabbia del deserto.

Fonte: Travel365, Best5, ExploraCanarias

Vedi anche: Ville da sogno: 10 tra le più belle in Italia e nel mondo