Gli Uffizi portano i tesori del museo fiorentino agli studenti in DAD

Pubblicità
Pubblicità

Con le restrizioni previste in queste settimane a cavallo tra marzo ed aprile i musei e le istituzioni culturali tornano a serrare i propri portoni, ma le Gallerie degli Uffizi non si arrendono e parafrasando un vecchio proverbio se gli studenti non vanno agli Uffizi, gli Uffizi vanno agli studenti”.

È già il secondo anno di fila che i ragazzi delle scuole non possono venire a vedere i nostri musei. – sottolinea il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt Così, anche per aiutare gli studenti e gli insegnanti, le Gallerie degli Uffizi hanno deciso di portare la loro storia e i loro tesori nelle aule virtuali della didattica a distanza”.

Forza scuole – Arrivano gli Uffizi, un progetto di didattica digitale integrata tra le scuole e il museo fiorentino

Le gallerie fiorentine lanciano allora Forza scuole – Arrivano gli Uffizi, un progetto del Dipartimento per l’Educazione del museo fiorentino, che prevede una serie di incontri con i grandi classici scelti tra i capolavori degli Uffizi messi a disposizione delle scuole, per potenziare la didattica a distanza. Attraverso la piattaforma Google Meet, gli istituti primari e secondari di primo grado avranno a disposizione lezioni di circa 45 minuti sulla storia ed i tesori del complesso museale.

La coordinatrice del Dipartimento per l’Educazione del museo fiorentino Silvia Mascalchi: “La nostra volontà – afferma la coordinatrice del Dipartimento per l’Educazione Silvia Mascalchi è quella di variare la routine della DAD con contenuti stimolanti, adatti a creare, in sinergia con i docenti, un percorso di “didattica digitale integrata” che apra alla conoscenza e alla pratica di nuove modalità di apprendimento non formale da sviluppare sia al museo che anche su piattaforma digitale”.

Forza scuole - Arrivano gli Uffizi DAD
@uffizi.it

Tre i formati previsti, al moneto, dal programma Forza scuole – Arrivano gli Uffizi, Lo scrigno del principe (per la scuola primaria), dove si raccontano i luoghi e i personaggi della famiglia Medici e si introducono concetti fondamentali come: collezione, dono, eredità, unicità dell’opera d’arte, rispetto e comportamento corretto al museo. Si osserva il museo nei suoi spazi e in relazione alla città di Firenze per arrivare a presentare alcuni dei capolavori che vi sono custoditi. La reggia delle meraviglie (per la scuola primaria), un incontro per conoscere la storia di Palazzo Pitti, delle collezioni e delle tre famiglie regnanti che vi hanno vissuto dal Cinquecento al Novecento. Infine Il Rinascimento nei capolavori degli Uffizi (per la scuola secondaria di I grado), un viaggio alla scoperta dei capolavori che rendono la Galleria degli Uffizi il “museo” per eccellenza del Rinascimento.

Per partecipare à necessaria la prenotazione all’indirizzo [email protected], indicando nella mail i dati completi della scuola e della classe, oltre a nome, cognome, recapito telefonico ed email dell’insegnante referente e 2/3 possibili date disponibili con suggerimento di orario indicativo per l’inizio attività.

Leggi anche: BUBBLES, IL NUOVO PROGETTO DIGITALE DI PIRELLI HANGARBICOCCA

correlati

Green Tea Sakura Blossom di Elizabeth Arden

La collezione Green Tea di Elizabeth Arden dà il benvenuto alla nuova fragranza Green Tea Sakura Blossom Eau de Toilette Spray – una composizione luminosa che risveglia deliziosamente...

Museo d’arte della Svizzera italiana presenta Luigi Pericle

Dal 18 aprile al 5 settembre 2021 il Museo d'arte della Svizzera italiana presenta la prima retrospettiva in Svizzera del pittore e disegnatore Luigi...

Antonello Viola per il ciclo “La forma dell’oro” | Fino al 6 maggio

BUILDINGBOX presenta fino al 6 maggio 2021 un’installazione inedita di Antonello Viola(Roma, 1966), quarto artista invitato nell’ambito de La forma dell’oro, il progetto espositivo annuale,...

Giulio Turcato. A Roma una retrospettiva alla Galleria Marchetti

Dal 15 aprile al 17 giugno 2021 la Galleria Marchetti Roma ospita a Roma Giulio Turcato. Colori mai visti, realizzata in collaborazione con L’Archivio Giulio...