Frammenti, l’omaggio di Milano alla carriera di Tullio Pericoli

In copertina: PERICOLI, La torre di Bruegel 1979

Pubblicità
Pubblicità

A Milano la prima grande mostra monografica che la città meneghina dedica a Tullio Pericoli. Ospitata nelle sale dell’Appartamento dei Principi a Palazzo Reale l’esposizione dedicata all’opera dell’artista marchigiano, milanese dal 1961, è aperta al pubblico dal 13 ottobre 2021 al 9 gennaio 2022.

Promossa e prodotta dal Comune di Milano Cultura, Palazzo Reale, Skira Editore e De- sign Terrae, l’esposizione è curata dal critico d’arte Michele Bonuomo, in collaborazione con l’artista, e realizzata nell’allestimento da Pierluigi Cerri.

Tullio Pericoli mostra Milano
PERICOLI, Combinazioni 2012

Frammenti. Una riflessione e un’omaggio alla carriera di Tullio Pericoli

Frammenti, questo il titolo della mostra, vuole essere un punto di riflessione e un omaggio alla carriera di Tullio Pericoli. Artista con una attività feconda e multiforme, le sue opere trovano accoglienza in esposizioni, pagine di giornali, volumi, e committenze. Un’attività che nell’ultimo ventennio si è concentrata sul paesaggio, ma è impossibile non ricordare i suoi ritratti di personaggi della cultura, pubblicati in tutto il mondo. Degne di nota anche le incursioni nel teatro, con le messe in scena di opere per l’Opernhaus di Zurigo e il Teatro alla Scala di Milano.

- Pubblicità -

Un progetto particolarmente complesso per il numero di opere presenti in mostra oltre 150, dal 1977 al 2021. Una raccolta imponente che contiene una grande parte dell’ultima produzione dell’artista, che si inscrive nella sua riflessione sempre attiva sul paesaggio. Imperdibile però è la stanza dedicata ai ritratti: fisionomie fedeli e al tempo stesso trasfigurate; una sorta di assemblea delle figure più importanti della scena culturale internazionale, amici, colleghi, ispiratori.

Tullio Pericoli mostra Milano
PERICOLI, Franz Kafka 2017

Frammenti è accompagnata da un catalogo, con testi di Roberto Calasso, Giuseppe Montesano, Michele Bonuomo e Tullio Pericoli, pubblicato dalla casa editrice Skira.

Leggi anche: NATACHA LESUEUR A ROMA. LA PERSONALE A VILLA MEDICI

Pubblicità