Triennale Upside Down, il palinsesto di appuntamenti online di Triennale Milano

- Pubblicità -
Pubblicità
Pubblicità

Anche Triennale Milano chiude al pubblico fino al 3 dicembre, nel rispetto delle normative emanate con i nuovo DPC del 3 novembre, ma non ferma la propria offerta culturale. In occasione di questo nuovo lockdown infatti, l’istituzione milanese lancia Triennale Upside Downuna serie di format e di contenuti digitali disponibili sul sito e sui canali social del museo.

“In un momento difficile e incerto come quello che stiamo vivendo, la cultura è una risorsa fondamentale e deve cercare nuove strade per raggiungere le nostre comunità. – afferma Stefano Boeri, Presidente di Triennale MilanoIl compito di un’istituzione culturale è quello di continuare la propria attività, di portare avanti il lavoro con gli artisti, i progettisti, i designer, di rinnovare lo scambio e il dialogo con il pubblico. Le due grandi mostre aperte recentemente, dedicate a Enzo Mari e a Claudia Andujar, gli appuntamenti del Public Program, le visite guidate al Museo del Design Italiano, le performance del festival FOG, tutta questa straordinaria ricchezza che è Triennale Milano nei prossimi giorni continuerà ad essere accessibile sui canali e le piattaforme  digital”.

Triennale Upside Down, una serie di format e di contenuti digitali disponibili sul sito e sui canali social del museo

Triennale si trasforma da spazio fisico di produzione culturale a spazio digitale, un hub – sempre aperto online – attraverso il quale restituire la vocazione interdisciplinare dell’istituzione e veicolarne i contenuti, concentrandosi sulle mostre recentemente inaugurate,  sul Museo del Design Italiano e la sua collezione, sui materiali dagli Archivi, sul programma di Triennale Milano Teatro e sugli eventi e attività Education a essi correlati.

Un ribaltamento di prospettiva: nuovi punti di vista e nuove chiavi di lettura e di interpretazione che vanno ad arricchire, completare – e temporaneamente sostituire – la proposta espositiva e di eventi di Triennale. Un articolato palinsesto in continua evoluzione di video, podcast, visite guidate, attività didattiche, incontri e performance online, masterclass: la proposta digital di Triennale offre approfondimenti e occasioni di riflessione, evasione e ispirazione.

© Claudia Andujar | Casa collettiva vicino alla Missione Cattolica sul fiume Catrimani. Roraima, pellicola a infrarossi, 1976

I contenuti di Triennale Upside Down

Magazine
Il Magazine di Triennale, disponibile sul sito, uno spazio virtuale complementare e strettamente connesso alle mostre, alla collezione, al Public Program, ai festival e agli spettacoli di Triennale.
As seen by… 
una serie di appuntamenti, su YouTube e sul sito, con alcuni protagonisti del mondo della cultura, dell’arte e del progetto che offriranno al pubblico, attraverso una serie di video e di contributi editoriali, una prospettiva personale e inedita sulle opere in mostra e su quelle della collezione di Triennale.
Enzo Mari è Enzo Mari 
Ogni martedì alle 17.30 un appuntamento in diretta sul canale Instagram  di  Triennale Milano (@triennalemilano) con curatori, artisti, designer coinvolti nella mostra, per arricchire  il racconto  sull’opera e  la poetica  di  Enzo Mari.
Enzo Mari Costellazione 
Una serie podcast, sul sito della Fondazione,  che racconta Enzo Mari attraverso le voci delle persone che lo hanno conosciuto. Il podcast è stato affidato all’autrice e critica di design Alice Rawsthorn, in collaborazione con Hans Ulrich Obrist.
Digital FOG 
Oltre agli appuntamenti del festival già previsti online – Scenes for Survival del National Theatre of Scotland, progetto che raccoglie alcuni lavori teatrali digitali realizzati in risposta all’epidemia di Covid-19 e il cortometraggio L’Âge d’or del coreografo e artista visivo Éric Minh Cuong Castaing – Triennale Milano Teatro propone, su YouTube e sul sito, delle video commission con il coinvolgimento di alcuni degli artisti ospiti del festival: le sequenze dei lavori in programma saranno accompagnate dal racconto dei loro autori e interpreti.
Città vs Campagna
Nell’ambito del progetto “Città Come Cultura”, il 14 novembre Triennale Milano organizza  sul canale YouTube l’appuntamento online Città vs campagna, una riflessione sulle trasformazioni della vita nelle città e delle abitudini dei cittadini conseguenti alla pandemia. La rinascita dei borghi da una parte e la necessità di ripensare i centri storici italiani dall’altra diventano temi centrali da analizzare e affrontare per un Paese, come l’Italia, ricco di un patrimonio storico, urbano e rurale, diffuso su tutto il suo territorio e dalla grande varietà e potenzialità.
Focus e Masterclass
Una serie di approfondimenti sulle mostre, su YouTube, sul Museo del Design Italiano e su tematiche del contemporaneo con professionisti ed esperti di vari settori e discipline.
Education
Una serie di proposte online rivolte a bambini, famiglie e scuole e sviluppate a partire dai contenuti delle mostre e del Museo del Design Italiano.

Leggi anche: Uffizi On Air, le live su Facebook alla scoperta del museo

correlati

Il tour di James Blunt riprogramma le date italiane

Il tour di James Blunt, che avrebbe dovuto far tappa in Italia il 2 ottobre 2020 a Padova alla Kioene Arena e il 3...

Giovanni Boldini. Il Piacere, le iniziative digitali in attesa dell’apertura

Prevista per il 14 novembre, ma posticipata a causa delle restrizioni sanitarie, il MART- Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto...

Luca Giordano, la mostra a Capodimonte torna sulle piattaforme digitali

Fino al 31 dicembre il Museo e Real Bosco di Capodimonte accoglie i visitatori sui propri canali social con pillole d’arte e la visita virtuale alla mostra...

Zehra Doğan al PAC nella Giornata contro la Violenza sulle Donne

Il 25 novembre 2020, in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, il PAC Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano inaugura una...