ALL ABOUT BANKSY, lo street artist torna in mostra a Roma

Pubblicità
Pubblicità

A pochi mesi dal grade successo di BANKSY A VISUAL PROTEST, lo street artist torna in mostra a Roma, al Chiostro del Bramante fino al 9 gennaio 2022. ALL ABOUT BANKSY, questo è il titolo del nuovo appuntamento per scoprire tutto quel che si può sapere sull’artista sconosciuto più noto al mondo.

Un anno da protagonista per l’artista britannico. L’ultima opera sulle mura del carcere di Reading, dove fu detenuto Oscar Wilde, per denunciarne lo stato di abbandono dal 2013. E ancora l’asta milionaria a favore del sistema sanitario britannico, con l’aggiudicazione dell’opera Game Changer per 16,75 milioni di sterline. Per questo il Chiostro del Bramante ha deciso di offrire, con questa nuova mostra, un approfondimento enciclopedico del suo lavoro, con fotografie, reportage e video.

ALL ABOUT BANKSY. Tutto il percorso artistico dello street artist dal 1999 ad oggi

In mostra circa duecentocinquanta opere provenienti da collezioni private. Una narrazione approfondita della poetica dell’artista grazie al contributo di Butterfly & David Chaumet – Butterfly Art News, che per la prima volta hanno aperto il loro archivio, in modo così completo, per un’esposizione.

Un catalogo ragionato da visitare, un percorso in cui scoprire opere realizzate dal 1999 fino al 2020, con sezioni tematiche sui lavori divenuti icone e sui temi fondamentali dell’artista. I primi Black Books, i tanti rats (topi) e poi la politica, la religione, il potere, la guerra, i diritti dell’infanzia, i fenomeni migratori, i rifugiati, la società della sorveglianza, l’ambiente, l’ecologia, il mercato dell’arte.

Banksy chiostro bramante
Banksy, No Ball Games, Screenprint, 2009 I Private Collection I Courtesy DART Chiostro del Bramante

In mostra inediti e approfondimenti: tra gli altri, sul parco tematico non adatto ai bambini Dismaland, sul negozio online Gross Domestic Product, sulle collaborazioni con cantanti e gruppi musicali, tra cui la ricca serie con i britannici Blur.

Opere realizzate con tecniche e supporti differenti, insieme a una contestualizzazione dei singoli interventi pubblici e delle mostre, delle opere e delle esposizioni, tra fotografie, copertine, manifesti, locandine, libri, dischi. Completano il percorso espositivo tre video per rivivere i momenti più significativi del percorso di Banksy, tra cui un documentario esclusivo e inedito che racconta vent’anni di carriera dell’artista.

Chi è? Nessuno conosce la vera identità

Presumibilmente nato a Bristol all’inizio degli anni Settanta, Banksy è considerato uno dei maggiori esponenti della street art.  È stato inserito nel 2019 da ArtReview al quattordicesimo posto nella classifica delle cento personalità più influenti nel mondo dell’arte.

Nessuno, però, conosce la sua identità. Quello che si sa è che si è formato nella scena underground di Bristol, dove ha collaborato con diversi artisti e musicisti, realizzando graffiti dalla fine anni Novanta. Da quel momento in poi, ha iniziato a invadere numerose città, da Bristol a Londra, a New York, a Gerusalemme fino a Venezia con graffiti e varie performance e incursioni.

Leggi anche:

correlati

NOOR-Tips per una pelle rinnovata

Come far rifiorire la pelle in tre semplici step con i prodotti NOOR: Detergere e pulire in profondità la pelle con Plenaire 3in1 Tripler Exfoliating Clay. Si tratta di...

Laghi italiani: i più belli da vedere assolutamente

L'Italia è un Paese ricco di acqua. In primis perché essendo una penisola è bagnato su più fronti da diversi mari e poi anche...

Botero: 10 cose da sapere su di lui e sulle sue opere

Fernando Botero è un pittore e scultore colombiano del 1932. Nel corso della sua vita ha viaggiato molto ed è stato influenzato dalle arti...

La funzionalità e il design di Brid by Phoebe

Il gruppo Colorobbia – azienda sinonimo di qualità indiscussa dal 1921– presenta Phoebe, il nuovo marchio che rappresenta l’anima più avanguardista del portfolio Colorobbia specializzato in progetti di alta...