Home Beauty Kit ricostruzione unghie professionale: come sceglierlo al meglio

Kit ricostruzione unghie professionale: come sceglierlo al meglio

206

In commercio è possibile trovare numerosi kit per la ricostruzione delle unghie, ma solo pochi sono veramente professionali ed affidabili. La prima cosa da fare per riuscire a districarsi nella giungla di proposte che si possono trovare nei negozi specializzati, ma soprattutto online, è di individuare le marche più valide e conosciute per questo tipo di prodotto, in modo da attuare una prima importante scrematura.

Infatti, bisogna ricordare che è molto importante cercare soluzioni di qualità, che non contengano sostanze nocive che potrebbero penetrare nelle unghie e diffondersi all’interno dell’organismo, portando allo sviluppo di manifestazioni inaspettate e magari anche particolarmente dannose.

Detto ciò, è bene specificare anche che la scelta del kit ricostruzione unghie deve essere fatta in base alle proprie esigenze e tenendo conto del budget a disposizione. Tuttavia, se l’intento è quello di utilizzarlo per lavoro, allora è meglio non lesinare, in modo da offrire ai clienti il massimo della qualità e del risultato.

 A chi è bene affidarsi?

Quando si deve acquistare un kit ricostruzione unghie professionale, come per qualunque altro prodotto, è necessario prestare particolare attenzione a chi ci affida. Infatti, sul mercato si trovano tantissime marche valide, ma anche numerosi brand e venditori disonesti che hanno come unico scopo quello di guadagnare, per tanto si prestano a truffe, alcune anche assai pericolose, in quanto possono colpire la salute delle persone.

Per tanto, è necessario scegliere con prudenza e non lasciarsi allettare da offerte troppo vantaggiose, in quanto potrebbero nascondere delle vere e proprie insidie, come prodotti di scarsa qualità o scaduti, che portano a ricostruzioni poco durature ed esteticamente non molto piacevoli.

Infatti, solitamente il prezzo dei kit varia in base alla quantità dei prodotti contenuti nelle confezioni. Importante da ricordare è che tutti i sistemi di ricostruzione necessitano di una lampada, che può essere UV o LED e che può essere inclusa o  venduta separatamente. Di fatto, anche questo può influire sul prezzo d’acquisto.

LEGGI ANCHE: Unghie natalizie, tra gel e decorazioni: tutti i consigli

Lampada UV o LED: quale è meglio scegliere?

Sicuramente un aspetto su cui vale la pena di soffermarsi è la differenza tra la lampada UV e quella LED, in modo da capire come orientarsi. Di fatto, entrambe utilizzano i raggi ultravioletti per polimerizzare (“asciugare”) il prodotto applicato, ma propongono prestazioni assai differenti. Infatti, la lampada UV, che è presente sul mercato da diversi anni, ha dimensioni standard ed una tecnologia un po’ datata.

Del resto, tali lampade presentano dei bulbi che, non solo vanno cambiati di frequente, ma sono anche dannosi per la salute, in quanto sono costituiti da materiali come neon e mercurio. Inoltre, possono raggiungere temperature davvero elevate anche superiori ai 50° C. Le lampade LED, invece, si avvalgono della innovativa tecnologia Diodo ad Emissione Luminosa, che, a seconda del materiale impiegato per ricostruire l’unghia, emette luci di colore differente.

In più, la durata è notevolmente superiore, la manutenzione necessaria è ridotta, non scalda, poiché emette luce fredda, e non contiene sostanze nocive. Infine, è importante sottolineare che non tutti i gel o gli smalti semipermanenti sono compatibili con entrambe le lampade, per tanto, prima dell’acquisto è necessario verificare tale aspetto.

LEGGI ANCHE: Unghie a mandorla: come farle e come sfoggiarle