Costiera Amalfitana: cosa fare e cosa vedere

Foto di copertina: Foto di Michael Block da Pexels

Pubblicità
Pubblicità

Uno degli on the road italiani sicuramente più affascinanti è la Costiera Amalfitana, dichiarata anche Patrimonio Unesco. Qui, lungo i suoi circa 108km potrete perdervi in tonalità dal blu intenso del mare, in viste mozzafiato con scogliere a picco, in curve e tornanti da brivido nonché in ottimo cibo e accoglienza in vero stile italiano. Ma tra le tante meraviglie da vedere ed esperienze da provare, quali sono quelle imperdibili? Ecco i nostri consigli per un viaggio lungo la Costiera Amalfitana.

Costiera Amalfitana

Cominciamo col dire che la Costiera Amalfitana è il simbolo per eccellenza della bella vita italiana. Qui la parola d’ordine è relax, d’altronde come si può non rilassarsi e fermarsi un attimo dalla frenesia della quotidianità con un paesaggio così?

Per potersi orientare lungo la Costiera ecco qui una mappa utile anche per individuare i principali punti d’interesse.

Oltre ai bellissimi borghi e cittadine che vedremo più avanti la Costiera Amalfitana vanta anche tantissime spiagge molto belle e adatte per ogni necessità sia che si viaggi con amici sia che si viaggi in famiglia e con dei bambini. Tra le spiagge più adatte per i bambini in Costiera Amalfitana segnaliamo quelle di Amalfi, Maiori e Minori. Tutte e tre infatti hanno un piccolo lungomare dove poter fare tranquille passeggiate anche con i passeggini e poche scale per raggiungere la spiaggia.

Se siete in cerca di un alloggio per la vostra vacanza qui va detto subito: in Costiera Amalfitana gli hotel costano, proprio come la vita. Ma è anche vero che come in ogni altro posto, basta cercare per trovare qualcosa più alla portata di tutti!

Infine non dimentichiamo che ci troviamo in Campania per cui non si può certo non nominare il simbolo della cucina di questa regione: la pizza. Ovunque potrete trovare un pizza di qualità ma ci sono alcuni luoghi che più di altri vantano una vera eccellenza. Uno di questi è senza dubbio a Vico Equense. Qui nel ristorante Pizza a metro da Gigino pare infatti che vi sia la pizza più buona di tutta la regione!

Costiera Amalfitana cosa vedere

Ecco dunque arrivati alle mete da segnare assolutamente sulla mappa della Costiera Amalfitana! La scelta è ovviamente ampia e varia in base ai gusti personali e a quello che uno cerca durante un viaggio ma noi abbiamo cercato di riportarvi qui di seguito alcune delle mete più iconiche.

  • Positano. Da dove cominciare a parlare della Costiera Amalfitana e cosa vedere se non da Positano? Questa meta è infatti la più glamour di tutto il viaggio! Vi basterà cercare Costiera Amalfitana su internet o su Instagram per ritrovarvi davanti tantissime immagini proprio di questa città. Di contro però è anche la più costosa di tutte! Però insomma volete mettere scendere dai suoi ripidi pendii fino alla spiaggia per voltarsi e ammirare le sue case dai mille colori pastello abbarbicate proprio sulle sue conformazioni naturali? E poi diciamocelo, il fascino della bella vita tra hotel di lusso, negozi alla moda e ristoranti di classe affascina un po’ tutti, sarà proprio come sentirsi a Hollywood per un momento!

costiera amalfitana

  • Sorrento e Sant’Agata sui due Golfi. Sebbene Sorrento sia spesso associata a una meta prevalentemente turistica e quindi spesso sconsigliata, potrebbe stupirti. Qui puoi perderti ad a seguire le orme di Torquato Tasso che vi nacque nel 1544, oppure scoprire i paesaggi che hanno per anni ispirato tantissimi intellettuali da Richard Wagner a Friedrich Nietzsche. Tra le tante cose da vedere vi è sicuramente la Chiesa e il chiostro di San Francesco, piazza Vittoria dove si trova la casa di Torquato Tasso e che oggi ospita un Hotel di lusso, e il Sedil Dominova. Quest’ultimo in particolare, è l’unico esempio di testimonianza campana di una sede nobiliare. Infine, non si può andare via da Sorrento senza aver prima assaggiato uno dei digestivi locali più famosi in tutto il mondo: il limoncello. In ogni caso a poca distanza dalla cittadina si trova un borgo davvero imperdibile: Sant’Agata sui due Golfi. Situata proprio sulla cima delle alture che circondano Sorrento offre panorami davvero spettacolari sia sul Golfo di Napoli che su quello di Salerno. Il migliore? Quello che si può ammirare dal Monastero di San Paolo, noto anche come il Monastero del Deserto!
  • Amalfi. Questa piccola meta è un piccolo borgo da cartolina ma davvero veloce da visitare, basti pensare che per attraversarla a piedi bastano solo 20 minuti! Una delle passeggiate più belle è sicuramente quella sul promontorio che porta fino ad Atrani e perdetevi per i suoi pittoreschi vicoli. Infine una delle esperienze da fare ad Amalfi, neanche a dirlo, è culinaria! Il piatto tipico della zona sono infatti gli scialatielli, una pasta simile al fusillo dalla forma solitamente condito o con un semplice sugo di pomodori o con zucchine e cozze o vongole.
  • Ravello. A poca distanza da Amalfi si trova anche Ravello. Qui lo stile è decisamente bohémienne, non a caso vanta, tra i suoi tanti turisti, anche nomi noti del mondo della cultura antica come Richard Wagner e Virginia Woolf. Meta quindi prettamente turistica, Ravello è nota soprattutto per i suoi giardini e i panorami mozzafiato che vennero definiti dallo scrittore Gore Vidal tra i più belli del mondo. Imperdibili e da segnare assolutamente sono la Villa Rufolo e il negozio Camo che vende gioielli rigorosamente in corallo: una volta qui, lasciatevi guidare fino al retro della bottega alla scoperta del Museo del Corallo Camo!
  • Vietri sul Mare. Eccoci infine giunti all’ultima tappa che segna anche la fine della Costiera Amalfitana, stiamo parlando di Vietri sul Mare. Qui la tappa è davvero d’obbligo se non altro per poter visitare il Museo delle Ceramiche e acquistare, appunto, una ceramica, souvenir tipico della Costiera Amalfitana!
Pubblicità