Cosa vedere a Brescia

Pubblicità
- pubblicità -
 

Sebbene sia forse meno nota di Bergamo anche Brescia è in realtà una bellissima città, ricca di siti culturali, viste mozzafiato e tanta, tanta storia. Anzi, a onor del vero, sono davvero molti i siti culturali che per la loro bellezza e importanza storica sono stati inseriti tra i beni UNESCO. Per poterla vedere bene, specie se si ha poco tempo, è bene mettere in conto di camminare, così da non perdersi neanche una angolo, e di organizzarsi con una piccola guida su cosa vedere a Brescia. Ecco qui quindi le nostre proposte delle tappe imperdibili!

Castello di Brescia

- Pubblicità -

Arroccato sulla cima del colle Cidneo, il Castello di Brescia è un vero gioiello che attira sin dal primo sguardo. La sua posizione privilegiata gli permette di essere visto da ogni angolo della città e, al tempo stesso, di controllare tutta Brescia. Sistemato nel più grande polmone verde della città è una struttura piuttosto imponente. Nel corso degli anni ha subito mote ricostruzioni e modifiche e, oggi, al suo interno ospita angoli nascosti, il più antico e pregiato vigneto della città, il Museo delle Armi Luigi Marzoli e il Museo del Risorgimento.

Piazza della Loggia

A dominare la bellissima ed elegante piazza della Loggia vi è La Torre dell’Orologio arricchito anche dal quadrante astronomico con segni zodiacali e fasi lunari. Ogni ora, le due statue di bronzo, noti anche come i matti delle ore, colpiscono la campana.

In questa piazza emerge chiaramente l’impronta veneziana. Realizzato nel quattrocento quando la città era sotto la Serenissima, qui hanno sede alcuni dei palazzi più belli di Brescia.

I due Duomi

cosa vedere a brescia
foto di Arianna De Felice
- Pubblicità -

Ogni città che si rispetti ha il proprio Duomo. E poi c’è chi, come Brescia ne ha addirittura due e, persino, posti uno accanto all’altro. Sono noti come il Duomo Nuovo, ovvero la Cattedrale Estiva di Santa Maria Assunta e il Duomo Vecchio, la Concattedrale Invernale di Santa Maria Assunta. Il primo si contraddistingue per la facciata bianca dallo stile tardo-barocco. Divenuta oggi la chiesa più importante della città ha una cupola che raggiunge gli 80 metri d’altezza, divenendo, di conseguenza, la terza più grande d’Italia, appena dietro quella di San Pietro a Roma e a quella di Santa Maria del Fiore a Firenze. Il duomo vecchio, invece si contraddistingue per la sua conformazione circolare che è oggi la più grande in assoluto. Se esternamente si presenta in pietra, all’interno è arricchito da diversi mosaici della Basilica paleocristina che un tempo sorgeva proprio qui.

Sebbene siano due, oggi le celebrazioni avvengono all’interno del Duomo nuovo.

Museo di Santa Giulia

Un museo assolutamente imperdibile tra le cose da vedere a Brescia è il Museo di Santa Giulia.

Oltre 14 km quadrati di cultura che comprendono, al loro interno, anche una basilica longobarda, una chiesa del ‘500 e i resti di alcune domus romane. A partire dal 2011 la zona è entrata tra i beni UNESCO. Il tour può cominciare dalla domus dell’Ortaglia con mosaici e affreschi. Si prosegue poi nella chiesa longobarda di San Salvatore tra sculture e lastre di marmo con pavoni. La chiesa di Santa Maria in Solario, invece, era l’oratorio delle monache. Al suo interno è visibile una cassetta d’avorio, numerosi affreschi e la Croce di Desiderio con decori longobardi e romani.

Pinacoteca Martinengo

Infine, per gli amati dell’arte, non può mancare una visita alla Pinacoteca Martinengo con circa 480 opere che vanno dal 1200 al 1800. Tra gli artisti presenti vi sono anche diversi nomi di rilievo, da Raffaello a Lorro, da Canova a Hayez.

Tempio Capitolino

Brescia è una città ricca di rovine divenute nel corso dei secoli parte del patrimonio UNESCO. Tra queste vi sono il Teatro, i resti del Foro cittadino e il Tempio Capitolino. Quest’ultimo è dedicato a Giove, Giunone e Minerva e oggi è possibile osservarne i resti dalle tre celle alle colonne corinzie e all’interno dei bellissimi pavimenti di marmi policromi con decorazioni geometriche.

Museo Mille Miglia

La storia gara “Mille Miglia” ovvero da Brescia a Roma, andata e ritorno è un appuntamento divenuto ormai fisso dal 1927. Da allora oltre 450 vetture d’epoca provenienti da 41 paesi sfilano per lo stivale. E visto il punto di partenza, proprio in città, non poteva che sorgere qui l’omonimo Museo Mille Miglia che ancora oggi ne racconta i secoli passati e la storia di una delle gare più amate.

Aperto nel 2004 il museo si trova in realtà nella vicina frazione di Sant’Eufemia. Qui si potranno ammirare filmati, auto storiche dal 1927 fino agli anni ’60, cimeli, fotografie, manifesti, indicazioni stradali e, persino, pompe di benzina. La vera particolarità è che il museo è in continua evoluzione dato che, ciclicamente, le vetture storiche vengono sostituite per poter partecipare alle varie manifestazioni tra le quali, ovviamente, anche la Mille Miglia.

- Pubblicità -
Pubblicità