Borghi Puglia: i 10 imperdibili da vedere assolutamente!

Foto di copertina: Arianna De Felice

Pubblicità
Pubblicità

Meta nota soprattutto per il bellissimo mare cristallino che si affaccia su più acque, la Puglia è in realtà uno scrigno di angoli paradisiaci. Dalle spiagge all’entroterra, dal mare ai musei fino ai piccoli paesini con scorci blu o che vantano antiche tradizioni. Ma sapete quali visitare? Ecco qui una lista dei borghi della Puglia più belli e imperdibili!

Borghi sul mare Puglia

  1. Peschici. Il piccolo borghi di Peschici è noto come la Perla del Gargano. Situato appunto sulla parte iniziale della Puglia è a picco sul mare. Dopo un rapido giro al porto e nel centro storico non perdetevi il Castello Normanno: è da lassù che si gode della vista più bella di tutte! Infine, sempre in questa zona si trovano gli ultimi trabucchi, degli antichi e complessi sistemi di pesca, oggi adibiti anche a ristoranti, tipici anche dell’Abruzzo.
  2. Vieste. Rimanendo sempre nella zona del Gargano, non si può non citare la bellissima Vieste. Anche lei arroccata su una piccola penisola di roccia regala paesaggi stupendi. Nel centro storico si alternano piccole case bianche tra le quali si riesce a intravedere il profilo del castello. Prima di andarvene non perdetevi un tuffo tra le sue acque cristalline!
  3. Polignano a Mare. Località molto famosa sia per la bellissima vista tra le più instagrammate della Puglia, sia per la sua ottima cucina locale, Polignano a mare rientrare sicuramente tra i borghi sul mare in Puglia da vedere almeno una volta nella vita. Patria di Domenico Mudugno, tanto che vi è una bellissima statua sul mare che lo immortala eternamente lì pronto a “volare”. Se invece siete qui per le foto il Ponte Lama Monachile è quello che stavate cercando con la sua minuscolo spiaggia super affollata. Infine, non dimenticatevi che qui è d’obbligo un bel panino col polpo!
  4. Monopoli. Abitata sin dall’antichità Monopoli è un piccolo gioiellino della Puglia che offre sia una passeggiata alla scoperta delle bellezze del suo borgo sia delle belle spiaggia per rilassarsi e prendere il sole.
  5. Ostuni. Infine ecco qui Ostuni, il borgo, o per meglio dire cittadina nota anche come la città bianca è un vero paesaggio da cartolina arroccato sulla cima di un colle e intento ad ammirare dall’alto la bellezza del mare. Non ci credete? Allora l’unica cosa che potete fare è arrivare fino alla sua punta più alta e ammirare il paesaggio. Il nostro consiglio però è di farlo durante il crepuscolo per un romantico e infinito tramonto pugliese.

Borghi medievali Puglia

  1. Alberobello. La magia di Alberobello è sicuramente nota a tutti, anche a chi in Puglia ancora non ci è mai stato ma d’altronde non si poteva certo non inserirlo tra i borghi medievali della Puglia più belli! I grandi protagonisti qui sono i trulli tanto che non solo le case, ma anche altre costruzioni, come la chiesa di Sant’Antonio ne hanno la forma! Per ammirarli tutti, sia quelli del Rione Aia Piccola sia quelli del Rione Monti, dirigetevi verso il Belvedere dei Trulli! Una volta rientrati tra i vicoli invece andate alla ricerca della Casa d’Amore, appena dopo piazza del Popolo. Pare che questa fu la prima abitazione fondata nel 1797 e divenne la residenza del sindaco del periodo, Francesco d’Amore, dal quale prese il nome. Se siete amanti della storia non potete perdervi anche il Trullo Sovrano, che contiene al suo interno ancora i mobili d’epoca e il Museo del Territorio dove scoprirete altra storia locale. Ovviamente se decidete di dormire ad Alberobello, una notte in uno dei tanti trulli adibiti a B&B o hotel è d’obbligo!

    borghi puglia
    Foto di Arianna De Felice

     

  2. Cisternino. Cisternino è un altro dei borghi medievali dell’entroterra più belli da vedere. Situata a poca distanza sia da Martina Franca che da Alberobello, è Bandiera Arancione e anche inserita nella lista dei Borghi più belli d’Italia. Tranquilla durante le ore del giorno e perfetta per una passeggiata tra i suoi vicoli dalle case bianche ma colorati grazie alle tantissime varietà di fiori, il borgo si risveglia la sera grazie ai tanti locali. Se vi trovate da queste parti ricordatevi che andare via senza avere provato le bombette è un vero e proprio sacrilegio!
  3. Martina Franca. Situata nella provincia di Taranto, Martina Franca è la più grande cittadina della Valle d’Itria. Se vi sembra un nome familiare e siete amanti della buona tavola beh non vi state sbagliando perché qui nasce il famoso e gustosissimo capocollo di Martina Franca! Qui la bellezza emerge da ogni angolo, dai vicoli stretti e dai suoi bellissimi edifici barocchi regalando il giusto mix tra passato a presente. Le cose da vedere sono tante a partire dalle due piazze: piazza XX Settembre e piazza del Plebiscito. Quest’ultima è arricchita anche dalla bellissima Basilica di San Martino che, insieme al Palazzo Ducale, appartiene al periodo di maggiore prosperità del paese. Prima di ripartire alla volta di altri borghi medievali della Puglia o di dirigervi verso la costa, non dimenticatevi di visitare il quartiere Lama, il più antico e suggestivo di tutti!

 

Borghi Puglia Salento

  1. Nardò. Secondo la leggenda il borgo di Nardò nacque solo in seguito all’arrivo di un toro che, zampando sul terreno, ne fece fuoriuscire l’acqua. Successivamente passò sotto le mani di diversi popoli ma fu solo grazie agli Acquaviva di Conversano che divenne il bel posto che possiamo ammirare oggi. Considerato, più che un borgo, una città Nardò è infatti tra le più popolose del Salento. In estate poi le strade si affollano di turisti vogliosi di ammirare la bellezza dei suoi palazzi sei settecenteschi, la bellissima piazza Salandra e, ovviamente, la fontana del Toro!
  2. Otranto. Il porto di Otranto fu uno dei più importanti per la comunicazione con l’Oriente, talmente tanto che attorno ad esso aleggiano diverse leggende, da quella di Minosse e a quella di Horace Walpole. Tra le cose imperdibili se decidete di inserire Taranto sul vostro on the road pugliese vi è la Torre Alfonsina, il Castello e la Cattedrale.

correlati

Pubblicità