Caprarola: tutto quello che c’è da sapere sul borgo del Lazio

Copertina: foto di Livioandronico2013, CC BY-SA 4.0 , via Wikimedia Commons

Pubblicità
Pubblicità

Caprarola è un piccolo borgo del Lazio situato in provincia di Viterbo. Il suo piccolo centro storico, che conta appena poco più di 5.000 abitanti, vanta il riconoscimento di qualità turistico ambientale Bandiera arancione conferito dal Touring Club Italiano.

Comune di Caprarola

Inserito tra i borghi più belli d’Italia, il comune di Caprarola vanta tantissimi angoli e vicoletti caratteristici. Il piccolo centro storico è suddiviso in due parti che rappresentano le due anime del borgo. La prima è quella più antica e dal sapore medievale, dove si trova il Palazzo Farnese, che vedremo poi; la seconda è invece la parte rinascimentale con tutta una serie di palazzi che incorniciano la via Dritta e la bella piazza Vittorio Emanuele.

Tra le altre cose da vedere a Caprarola vi sono:

  • Il Fontanile Fontana Vecchia. Questo angolo del borgo è una vera e propria testimonianza della Caprarola che era un tempo. Qui non solo si abbeveravano gli animali ma, grazie alla vasca, si poteva anche fare il bucato;
  • La Fontana delle Boccacce o Fontanaccia. Questa fontana risalente, probabilmente al ‘500. Un tempo il suo nome era solamente fontanaccia ma dall”800 divenne la Fontana delle Boccacce. Il motivo? Guardate nelle tre nicchie e noterete subito tre maschere, dalle quali esce l’acqua!;
  • Il Ponte delle Monache, che unisce non solo l’antica strada tra le due colline ma anche la parte medievale e quella rinascimentale;
  • Realizzato a ridosso del Palazzo Farnense, davanti alle scuderie, venne realizzato come abbeveratoio degli animali anche se, si presuppone, che non fosse l’unico all’epoca;
  • Il Palazzo della Cancelleria oggi noto come Palazzo Fusaro, fa parte del complesso del Castello medievale Di Vico;
  • Il Lago di Vico. Infine, a poca distanza da Caprarola, si trova il lago di Vico, uno dei laghi di origine vulcanica meglio conservati d’Italia, perfetto per una passeggiata o per chi cerca un po’ di relax.

Palazzo e Villa Farnese Caprarola

Caprarola però non è nota solo per le sue due anime. Anzi, si può dire che a renderla una cittadina molto visitata è soprattutto il suo bellissimo Palazzo Farnese di Caprarola, o Villa Farnese come la chiamano in molti: pare, addirittura, che sia uno dei monumenti rinascimentali più importanti e intriganti d’Europa!

- Pubblicità -

Il Palazzo venne inizialmente realizzato da Antonio da Sangallo il Giovane, Baldassare Peruzzi mentre venne concluso da Il Vignola, ovvero Jacopo Barozzi. In origine il Palazzo doveva avere uno scopo difensivo ma, quando subentrò il Vignola nel 1547, questa necessità venne meno e, per questo, stravolse completamente il progetto originario.

L’originaria fortificazione divenne dunque un imponente palazzo rinascimentale, quello che divenne poi la sede estiva del cardinale. I bastioni vennero sostituiti con ampie terrazze aperte e, al centro, vi posizionò un cortile a due piani. Vignola, però, non si occupò solo del Palazzo Farnese di Caprarola, ma anche della sua integrazione col mondo circostante. Fu così che stabilì la realizzazione di una via, l’attuale via Dritta, in modo da collegare direttamente il palazzo con la cittadina e farlo diventare il vero cuore pulsante del borgo.

All’interno di Villa Farnese a Caprarola si trovano opere d’arte molto famose e gli orti farnesiani, un maestoso esempio di giardino tipico dell’epoca.

Ristoranti a Caprarola

Come sempre quando si vita un posto una delle domande principali che ci si pone è: ok e adesso dove andiamo a mangiare? Spesso ci si organizza anche con largo anticipo sia per evitare di rimanere delusi e affamati per la troppa gente, specie nei periodi festivi, sia perché quando ci si perde ad ammirare la bellezza è facile perdere la cognizione del tempo, non riuscendo così più a ricaricare le energie mangiando. Per evitare, ecco qui una breve lista di alcuni ristoranti a Caprarola da provare! Qui la cucina è quella del territorio tra carni e verdure ma, ovunque decidiate di andare, non dimenticatevi di provare le nocciole o le castagne e, ovviamente l’olio: tutti prodotti tipici e rinomati della zona!

  • Trattoria Caprarola Hostaria della Rosa
  • Azienda Agricola Vazianello
  • Trattoria del Cimino da Colombo dal 1940
  • Antica Trattoria del Borgo
  • La Casa del Gusto di Cenci Riccardo
  • Il Farnese

Meteo Caprarola

Come sempre, non è mai bello organizzare una gita sotto la pioggia. Per questo è sempre ben sapere il tempo che farà.

Da maggio a ottobre è certamente il periodo migliore per visitare il borgo del Lazio. Il meteo a Caprarola in questo periodo infatti è piuttosto tiepido e con poche precipitazioni. In media la temperatura supera di poco i 30° ad agosto mentre nel mese di gennaio può raggiungere i 10°.

Pubblicità