Frasi Lucio Dalla: su Bologna, celebri, famose e sull’amore

Copertina: foto di Gorup de Besanez, CC BY-SA 4.0 , via Wikimedia Commons

Pubblicità
- pubblicità -

Tra i maestri della musica italiana c’è anche lui, Lucio Dalla. Le sue canzoni hanno fatto sognare tutta Italia e, in particolari i bolognesi, terra di origine del cantautore italiano e al quale egli stesso a dedicato diversi testi. Spentosi nel 2012, ancora oggi è ricordato da tutti con amore oltre che per la sua musica, anche per la belle persona che era. In occasione del suo imminente compleanno, che si sarebbe festeggiato il prossimo 4 marzo, ecco una breve selezione di alcune delle frasi di Lucio Dalla più belle di sempre.

Frasi Lucio Dalla

  • L’impresa eccezionale, dammi retta, è essere normale. (Disperato erotico stomp, 1977)
  • E’ eterno anche un minuto, ogni bacio ricevuto dalla gente che ho amato. (Siamo Dei, 1980)
  • Stare lontano da lei | non si vive, | restare senza di lei | mi uccide.“ — Lucio Dalla da Canzone
  • Adesso apro la finestra E volo fino al cielo Metto le sue stelle dentro a un sacco E le spargo tutte intorno a te. (Le stelle nel sacco, 2003)
  • Io so che gli angeli sono milioni di milioni e che non li vedi nei cieli ma tra gli uomini sono i più poveri e i più soli quelli presi tra le reti (Se io fossi un angelo, 1985)
  • Buonanotte, anima mia adesso spengo la luce e così sia. (Testo inciso sulla lapide del cantante, tratto dalla canzone Cara, 1980)
  • Si perde il pensiero quando guardo il cielo ed ecco ritorna il ricordo dolce che ho di te“Il cielo” – Lucio Dalla
  • Forse tu sai dove si va e qual è la strada, qual è la stella forse tu sai come si fa a prendere il volo e la felicità. “La strada e la Stella” – Lucio Dalla
  • In mezzo a questo mare cercherò di scoprire quale stella sei Perché mi perderei se dovessi capire che stanotte non ci sei.”
  • Non lasciare mai il timone vai dove vuoi tu Il vento non sarà mai il tuo padrone.

Frasi Lucio Dalla su Bologna

- Pubblicità -

Era il 4 marzo del 1943 quando Lucio Dalla vide per la prima volta il cielo di Bologna. Da allora non si staccò mai veramente dalla sua città. E anche se girava il mondo la portava sempre con sé, nei suoi discorsi e, ovviamente, nelle sue canzoni. Ecco quindi alcune delle frasi di Lucio Dalla su Bologna più belle di sempre.

  • [Sulla canzone Piazza Grande] È solo una canzone. Io non sono di quelli che hanno bisogno di sentirsi definire poeti, le canzoni non hanno a che vedere con la poesia, hanno una loro autonomia, sono frutto di un percorso loro, di una ricerca che ha una sua dignità e un suo posto nell’immaginario collettivo, nella memoria di tutti, credo sia stato riconosciuto anche questo.
  • Una famiglia vera e propria non ce l’ho e la mia casa è Piazza Grande. (Piazza Grande, 1972)
  • “Amo molto i dialetti, sono legato per ragioni storiche ai dialetti del Sud perché sono quelli delle mie origini, ma adoro il dialetto bolognese.”
  • Girando ancora un poco ho incontrato uno che si era perduto, gli ho detto che nel centro di Bologna non si perde neanche un bambino, mi guarda con la faccia un po’ stravolta e mi dice sono di Berlino
  • „Vorrei girare il cielo come le rondini | e ogni tanto fermarmi qua e là, | aver il nido sotto i tetti al fresco dei portici | e come loro quando è la sera chiudere gli occhi con semplicità.“ — Lucio Dalla da Le rondini
  • „Lenzuola bianche per coprirci non ne ho | sotto le stelle in Piazza Grande | e se la vita non ha sogni io li ho e te li do. || E se non ci sarà più gente come me | voglio morire in Piazza Grande, | tra i gatti che non han padrone come me attorno a me.“ — Lucio Dalla da Piazza Grande Piazza Grande

Frasi Lucio Dalla celebri e famose

Selezionare le frasi di Lucio Dalla più celebri e famose, non è certo cosa semplice. Tantissime sono infatti le strofe delle canzoni amate da tutti, condivise sui social, scritte sui muri e persino nelle luminarie della sua Bologna. Ecco qui però una breve selezione di quelle che, almeno secondo noi, sono le più belle di sempre.

  • Caro amico ti scrivo così mi distraggo un po’ e siccome sei molto lontano più forte ti scriverò. Da quando sei partito c’è una grossa novità, l’anno vecchio è finito ormai ma qualcosa ancora qui non va. (L’anno che verrà, 1979)
  • Conosco un posto nel mio cuore dove tira sempre il vento per i tuoi pochi anni e per i miei che sono cento non c’è niente da capire, basta sedersi ed ascoltare perché ho scritto una canzone per ogni pentimento e debbo stare attento a non cadere nel vino e finir dentro ai tuoi occhi, se mi vieni più vicino (Cara, 1980)
  • Ecco il mistero Sotto un cielo di ferro e di gesso l’uomo riesce ad amare lo stesso Ama davvero senza nessuna certezza Che commozione che tenerezza (Balla balla ballerino, 1980)
  • A modo mio avrei bisogno di carezze anch’io. Avrei bisogno di pregare Dio. Ma la mia vita non la cambierò mai mai, a modo mio quel che sono l’ho voluto io (Piazza Grande, 1972)
  • Anche gli angeli capita a volte sai si sporcano ma la sofferenza tocca il limite e cosi cancella tutto e rinasce un fiore sopra un fatto brutto Siamo angeli con le rughe un po’ feroci sugli zigomi forse un po’ più stanchi ma più liberi urgenti di un amore, che raggiunge chi lo vuole respirare
  • Qui dove il mare luccica e tira forte il vento su una vecchia terrazza davanti al golfo di Surriento, un uomo abbraccia una ragazza dopo che aveva pianto poi si schiarisce la voce e ricomincia il canto. Te voglio bene assaje, ma tanto tanto bene sai è una catena ormai che scioglie il sangue dint’e vene sai ( Caruso,1986)
  • „Dice che era un bell’uomo e veniva, | veniva dal mare, | parlava un’altra lingua, | però sapeva amare | e quel giorno lui prese a mia madre | sopra un bel prato | l’ora più dolce prima di essere ammazzato.“ — Lucio Dalla da 4/3/1943
  • „Nascerà e non avrà paura nostro figlio | e chissà come sarà lui domani, | su quali strade camminerà, | cosa avrà nelle sue mani, le sue mani, | si muoverà e potrà volare, | nuoterà su una stella, | come sei bella | e se è una femmina si chiamerà | Futura. || Il suo nome detto questa notte | mette già paura, | sarà diversa, bella come una stella | sarai tu in miniatura.“ — Lucio Dalla da Futura

Frasi Lucio Dalla sull’amore

La musica italiana è certo nota per le sue tante strofe d’amore. Un popolo di romantici si direbbe. E poi c’è chi come Dalla, quell’amore lo canta per dire, in altre parole quello che ha dentro, ma senza dirlo mai davvero. Ecco quindi una selezione delle Frasi di Lucio Dalla sull’amore.

  • Io i miei occhi dai tuoi occhi / non li staccherei mai / anzi io adesso me li mangio/ tanto tu non lo sai ( Canzone, 1996 )
  • E noi due qui distesi a far l’ amore/ in mezzo a questo mare di cicale/ questo amore piccolo così/ ma tanto grande che mi sembra di volare/ e più ci penso e più non so aspettare
  • Vorrei seguire ogni battito del mio cuore / per capire cosa succede dentro / e cos’è che lo muove/. Da dove viene ogni tanto questo strano dolore/ vorrei in capire insomma che cos’è l’amore/ Dov’è che si prende e dov’è che si dà (Le rondini, 1990 )
  • Poi la notte col suo silenzio regolare quel silenzio che a volte sembra la morte mi dà il coraggio di parlare e di dirti tranquillamente di dirtelo finalmente che ti amo e che di amarti non smetterò mai così adesso lo sai, così adesso lo sai… (Chissà se lo sai, 1985)
  • Un amore è un amore anche se non ha domani. Rispondimi, 1994
  • Ma io ti cercherò anche da così lontano ti telefonerò In una sera buia sporca fredda Brutta come questa Forse ti chiamerò perché vedi Io credo che l’amore è l’amore che ci salverà Vedi io credo che l’amore è l’amore che ci salverà (Henna, 1993)
  • Vorrei essere il vestito che porterai il rossetto che userai vorrei sognarti come non ti ho sognato mai ti incontro per strada e divento triste perchè poi penso che te ne andrai. (Tu non mi basti mai, 1996)
  • “Apro gli occhi e sei davvero tu anche se non nevica se non siamo in America o dentro al finale di un film Io e te..sotto un faro spento sei con me” “Angoli Nel Cielo” – Lucio Dalla
  • “E’ tanto tempo che ti ho aspettato estati autunno inverno adesso vai mi sono innamorato come non sono stato mai” “Prendimi Cosi” – Lucio Dalla
  • Debbo parlarti come come non faccio mai / voglio sognarti come non ti sogno mai/ essere l’anello che porterai/ la spiaggia dove camminerai / lo specchio che ti guarda se lo guarderai ( Tu non mi basti mai, 1996)
  • “In ogni amore che incontrerai c’è un dolore che proverai, quando arriva e quando se ne va, ma è come neve sotto il sole, quando è notte vedrai che gelerà.”

Frasi Lucio Dalla sulla vita

- Pubblicità -

Infine, non poteva certo mancare una piccola selezione di frasi di Lucio Dalla sulla vita, proprio da lui che quella vita l’ha amata tanto, fino all’ultimo secondo.

  • La morte è solo l’inizio del secondo tempo.
  • Prendi il cielo con le mani / vola più in alto degli aeroplani / non fermarti /. Sono pochi gli anni forse sono giorni / e stan tutti in fretta e fila/ non ce n’è uno che ritorni(Balla balla ballerino, 1980)
  • Amore mio non devi stare in pena / questa vita è una catena / qualche volta fa un pò male ( Attenti al lupo, 1996 )
  • “Di là qualcuno muore qualcun altro sta nascendo. E’ il gioco della vita, la dobbiamo preparare, che non ci sfugga dalle dita come la sabbia in riva al mare”
  • “Tiro il sole fin dentro la stanza Carro di fuoco che corre sul cuore Perché ogni giorno è sabbia e furore E sempre uguali non sono le ore!”
  • “La vita è solo un sogno E’ una partenza o un ritorno non lo so. Tanti anni in un secondo, un lampo e tutto torna con lo sconto, non lo so.”
- Pubblicità -
Pubblicità